energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Percorso partecipato “San Salvi per tutti”, domani stop firme Società

Firenze – Il progetto di partecipazione che viene presentato domani venerdì 30 gennaio alle ore 12 alle Murate in una conferenza stampa riguarda un luogo particolare e prezioso di Firenze, molto caro ai cittadini e conosciuto al di là dell’area e della stessa città: si tratta infatti di San Salvi.

Cos’è San Salvi? San Salvi è un pezzo di Firenze, un pezzo importante di 32 ettari, sul cui destino di posto bellissimo e abbandonato, difficile da raggiungere e da vivere nonostante il fiorire di attività che vi si sono insediate negli anni, un coordinamento di cittadini ha deciso di intervenire con forza.

Si tratta del coordinamento che si riunisce tutti i martedì sera al circolo Arci La Loggetta e che ha promosso il percorso partecipato “San Salvi per tutti”. Una modalità di intervento contemplata dalla legge regionale e che ha visto uniti nell’appello che accompagna la raccolta firme nomi importanti della cultura fiorentina come Tomaso Montanari, Gianfranco Bettin, Roberto Budini Gattai, Stefano Bartolini,  Giorgio Pizziolo. La richiesta di percorso partecipato avvallata dalla raccolta di firme terminerà domani stesso con la consegna, secondo le modalità previste dalla legge, nelle mani dell’ Autorità Regionale per la Partecipazione (APP) nella sua sede presso il Consiglio Regionale.

Il coordinamento “Salvare San Salvi” composto da comuni cittadini ci tiene a sottolineare il carattere dell’iniziativa: “Qua non si tratta di come si vota, ma di costruire insieme un progetto comune per un pezzo di città che è nel cuore di tutti ed è conosciuto e vissuto dalle generazioni che popolano il quartiere. Proprio in un momento di crisi come questa in cui si avverte la necessità di ricreare reti e comunità, San Salvi ci sembra il posto ideale per diventare laboratorio di idee, di quel che i cittadini penseranno sia meglio…”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »