energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Perde il bambino presa a botte dal compagno Cronaca

Pistoia – La polizia pistoiese è alla ricerca di un nigeriano accusato di aver fatto abortire una sua connazionale trentenne prendendola a calci e pugni. La ragazza aspettava un figlio dal ricercato, ma non voleva interrompere la gravidanza. Per tutta risposta, l’uomo ha deciso di costringerla contro la sua volontà e ricorrendo alla violenza.

La donna è giunta all’ospedale San Jacopo di Postoia qualche giorno fa. Quando i medici hanno cercato tracce di attività cardiaca del feto, si è scoperta l’amara verità. Dato che il piccolo che portava in grembo era morto, la madre è stata costretta a sottoporsi ad un intervento chirurgico per la rimozione del feto.

La polizia ora è sulle tracce del nigeriano, che abiterebbe a Prato. Prima di arrivare al barbaro gesto, pare, il padre del bambino era ricorso ad un amico, il quale aveva tentato – senza successo – di convincere la trentenne ad abortire.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »