energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Permesso turistico falso per la Ztl, autista bus beccato dai vigili Breaking news, Notizie dalla toscana

Firenze – La Polizia municipale ha “pizzicato” un autista che esponeva un falso permesso per i bus turistici per la Ztl fiorentina. Risultato, è scattata la denuncia a carico dell’autista per il reato di falso in autorizzazioni amministrative, oltre alla multa per  l’accesso non autorizzato nella zona a traffico limitato. Inoltre, dalla SAS gli sarà notificata una diffida per il pagamento del doppio dell’importo evaso.

L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio intorno alle 17.30, quando una pattuglia della zona centrale impegnata nei controlli mirati ai bus turistici ha “beccato” nel lungarno Pecori Giraldi un pullman in sosta con un permesso risultato poi alterato. A bordo l’autista, un cinquantaduenne romano, era in attesa del gruppo di stranieri fatto scendere la stessa mattina per la visita guidata del centro storico. Le due agenti, attraverso lo smart phone collegato direttamente alla SAS, hanno controllato il permesso esposto dal pulmann ma il terminale lo indicava come inesistente. Hanno quindi scansionato il Qr code impresso sul tagliando ed è così che hanno scoperto che corrispondeva a un ticket rilasciato per lo scorso 22 settembre per il quale erano stati pagati 360 euro.

L’autista non ha voluto rilasciare dichiarazioni ma gli elementi in mano alla Polizia Municipale sono sufficienti per denunciarlo per il reato di falso in autorizzazioni amministrative che prevede la reclusione fino ad un anno. L’uomo inoltre è multato anche per l’accesso non autorizzato alla Ztl (sanzione da 81 euro). SAS inoltre notificherà al proprietario del mezzo, una società con sede legale nella capitale, una diffida richiedendo il pagamento di quanto dovuto, ovvero del doppio dell’importo evaso (720 euro).

Print Friendly, PDF & Email

Translate »