energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Personale educativo, sblocco assunzioni: sì del Pd a Roma, no a Firenze Dibattito politico

Riceviamo e pubblichiamo:

Firenze – Assunzioni personale educativo, il consigliere Tommaso Grassi: “La scelta è politica. Strano questo Pd che vota in Senato l’emendamento e lo boccia in Consiglio comunale a Firenze”.

 “Sblocco delle assunzioni per il personale di asili nido e scuole dell’infanzia. Questo è quanto è stato approvato con un emendamento al decreto Enti Locali, ma a Firenze tutta la.maggioranza con in testa la vicesindaca Giachi, cerca di convincere i genitori che non si è nelle condizioni di procedere alle assunzioni. Possibile che l’emendamento sia utile a tutti i Comuni salvo Firenze? Avrebbe davvero fatto un pessimo lavoro l’assessora fiorentina, che coordina all’Anci il tavolo col governo sul tema dei servizi educativi, se non fosse riuscita ad ottenere un risultato per la città che amministra”. Così i Consiglieri del gruppo Firenze riparte a sinistra con Sel, Fas e Prc commentano quanto accaduto nella seduta del Consiglio comunale fiorentino di oggi. E chiedono spiegazioni all’amministrazione Nardella “Allora ammetta il Sindaco che l’esternalizzazione delle attività pomeridiane nelle scuole dell’infanzia e la privatizzazione degli asili nido comunali è una scelta politica, e che di fronte alla possibilità di invertire la rotta preferisce proseguire, rinunciando ad assumere con concorso pubblico il personale educativo a cui assegnare uno stipendio dignitoso. Si dica che si preferisce spendere soldi per dare appalti alle cooperative piuttosto che stanziare i circa due milioni di euro che il Comune di Firenze potrebbe investire nelle assunzioni, prima di arrivare al tetto di turnover previsto dalla legge. Non è vero che non si può applicare l’emendamento del Senato, di cui attendiamo ancora il testo finale, ma si dica che la maggioranza di Palazzo Vecchio non vuol mettersi nelle condizioni di poterlo applicare”.

“Strano questo Pd che in Senato vota un emendamento per sbloccare le assunzioni e a Firenze boccia la nostra mozione per assumere. La nostra scelta è chiara. Preferiamo personale comunale con stipendi accettabili, senza ricatti, per un servizio di qualità perché per noi l’infanzia non si appalta e gli asili non si privatizzano”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »