energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Personale Province Toscane, firmato protocollo per trasferimento alla Regione Società

Firenze – Si trasferiscono funzioni dalla Provincia alla Regione? Ebbene, si trasferisce anche personale. Nel caso specifico, oggi c’è stata la firma del protocollo fra Regione Toscana e sindacati per il trasferimento di personale dalle Province alla Regione stessa, connesso al trasferimento di funzioni relative ad agricoltura, ambiente, formazione.

“Avremo poi tre mesi di tempo per stabilire il passaggio del personale”, ha spiegato il governatore Enrico Rossi. Escluso ogni problema per i lavoratori, “che non hanno da temere alcunchè” dice sempre Rossi, piuttosto è necessario pensare non solo al trasferimento del personale, ma soprattutto “all’organizzazione: abbiamo bisogno di inserire il personale nel quadro organizzativo di una Regione che non è più la stessa che io ho trovato nel 2010″.

Il governatore ha anche ricordato che la ripartizione delle competenze fra Regione e territori si è ispirata al principio di adeguatezza e a quello della non sovrapposizione: “I cittadini devono sapere che quella competenza è dell’uno o dell’altro ente”, ha concluso.

Un giudizio positivo è giunto dai sindacati confederali della funzione pubblica, mentre una nota negativa è stata diramata da Upi Toscana, che non ha firmato il documento, in assenza di alcuni emendamenti richiesti dai sindaci-presidenti delle Province.
Ed ecco i punti più rilevanti del Protocollo:

– Garanzia dei livelli occupazionali: al trasferimento delle funzioni corrisponderà il trasferimento del personale di ruolo e precario impiegato nella funzione e quota parte di personale impiegato nelle funzioni trasversali e applicazione della clausola di salvaguardia (riassorbimento nell’ente in caso di scioglimento) per il personale che sarà trasferito alle unioni dei comuni;

– Definizione di criteri certi e omogenei per l’individuazione del personale oggetto di trasferimento;- Garanzia dei livelli salariali salvaguardando la posizione giuridica ed economica riferita al trattamento fondamentale ed accessorio

– Garanzia delle sede di lavoro attraverso la costituzione di uffici della Regione nel territorio salve disponibilità al cambio di sede;

– Priorità nelle graduatorie di mobilità per la copertura del turnover degli enti locali, agenzie ed enti regionali come previsto dalla legge di stabilità ed impegno delle istituzioni a promuovere il medesimo percorso con le amministrazioni centrali;

– Attivazione delle procedure per l’applicazione della norma sui prepensionamenti

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »