energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Personale di Serafino Beconi sulla strage di Sant’Anna Cultura

Stazzema (Lucca) – Resta aperta fino a domenica (21 settembre) “Sant’Anna di Stazzema – Il Silenzio”, la mostra delle opere del pittore versiliese Serafino Beconi, in corso a Palazzo Ducale. A 70 anni dalla strage, a 20 anni di distanza dall’apertura dell’armadio della vergogna e a 10 anni dall’inizio del processo, la Provincia di Lucca e la Fondazione Banca del Monte di Lucca, in collaborazione col Comune di Stazzema, hanno scelto di ricordare il tragico evento dell’eccidio di Sant’Anna con questa mostra che, inaugurata alla fine di luglio, ha riscosso ottimi consensi di pubblico e critica.

La rassegna è configurata come una sorta di itinerario della memoria, guidato dalla voce narrante di Elisabetta Salvatori e arricchito dai contributi video realizzati dalla Final Crew di Lucca. La facciata della chiesetta di Sant’Anna, ricostruita in scala reale, diviene luogo di proiezione per raccontare la vita nel paese apuano “il giorno prima” dell’eccidio, l’11 di agosto 1944, coi giochi dei bambini, il lavoro di uomini e donne e la quiete di un luogo apparentemente sicuro e distante dalle atrocità della guerra. Il racconto del giorno della strage, il 12 agosto, è affidato alle opere pittoriche di Beconi, poste in ambienti oscuri da cui le immagini emergono con tutto il loro carico di disperazione. Il 13 agosto, infine, è il giorno del silenzio. La voce narrante si interrompe, a Sant’Anna tutto tace. Da un armadio filtra una luce di speranza, la speranza dei bambini sopravvissuti, nascosti in anfratti e arredi. La speranza di ottenere giustizia che 50 anni dopo prende corpo con il ritrovamento dei fascicoli sui crimini di guerra nell’armadio ormai tristemente noto come “Armadio della vergogna”.

Immagine: Serafino Beconi, Il rogo delle madri

La mostra, curata da Alessandra Guidi, ha il catalogo edito da Pacini Fazzi Editore con i contributi di Carlo Carli, Emmanuel Pesi e Corinna Beconi, la figlia del pittore. L’esposizione, a ingresso libero, resterà aperta dalle 15 alle 19. Il percorso di visita avrà inizio ogni 30 minuti. Per gruppi e scolaresche, su richiesta è prevista l’apertura fuori orario.

Per informazioni: info@fondazionebmluccaeventi.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »