energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Persone non autonome: vita e inclusione non migliorano Società

La maggior parte delle persone riferisce di avere limitazioni gravi (52,7%), ovvero il massimo grado di difficoltà in almeno una delle funzioni della mobilità e della locomozione della vita quotidiana (lavarsi, vestirsi, spogliarsi, mangiare, ecc) o della comunicazione (vedere, sentire, parlare). Oltre la metà (51,5%) ha più di 75 anni. Tra le donne anziane è più alta, rispetto agli uomini della stessa età, la quota di quante sono colpite da limitazioni funzionali. Le difficoltà nelle attività essenziali della vita quotidiana e quelle di tipo motorio sono predominanti.  La presenza di limitazioni funzionali determina nbella maggior parte die casi l’esclusione dal mondo lavorativo: solo il 16% (circa 300 mila individui) delle persone con limitazioni funzionali di 15-74 anni lavora, contro il 49,9% del totale della popolazione. Il 72% degli occupati con limitazioni funzionali sono uomini.
Questo il quadro della non autosufficienza in Italia che emerge dai dati dell'indagine pubblicata oggi da Istat  "Inclusione sociale delle persone con limitazioni dell'autonomia personale – anno 2011". La condizione che affligge quotidianamente persone bisognose di cure, sostegno e servizi per superare limiti e disagi imposti dalla propria condizione sanitaria.

Nella popolazione giovanile (11-34anni) con limitazioni funzionali, si osserva una maggiore propensione a restare nella famiglia di origine (92,2%) rispetto al totale della popolazione giovanile (67,8%).
Considerando congiuntamente l’assistenza sanitaria domiciliare e gli aiuti per la vita quotidiana, emerge la presenza di una quota consistente di persone che non beneficia di questo tipo di sostegno (16,9%).

Esclusione dal mercato del lavoro
La presenza di limitazioni funzionali ha un forte impatto sull’esclusione dal mondo lavorativo: solo il 16% (circa 300 mila individui) delle persone con limitazioni funzionali di 15-74 anni lavora, contro il 49,9% del totale della popolazione. Il 72% degli occupati con limitazioni funzionali sono uomini. La quota di chi non è mai entrato nel mercato del lavoro è molto più elevata tra le persone con gravi limitazioni funzionali (il 18,5% contro l’8,8% tra chi ha limitazioni funzionali lievi).

Mancanbza di supporto e assistenza. La vita Il 38,4% delle persone con limitazioni funzionali ha difficoltà ad accedere agli edifici per mancanza  di supporti o assistenza, il 25,3%  non riesce ad uscire di casa quando vorrebbe per motivi di salute ed il 14,1% è limitato nell’utilizzo del proprio veicolo per gli stessi motivi, con percentuali più elevate se le limitazioni sono gravi.
Il 45,8% delle persone di 15-87 anni con limitazioni funzionali (circa 1 milione e mezzo) ha difficoltà ad effettuare viaggi per vacanza a causa di problemi di salute. Per gli stessi problemi, circa un quarto del collettivo ha difficoltà nell’utilizzo di internet e nello svolgere attività nel tempo libero (rispettivamente 24,6% e 26,5%).

Foto www.sanitaincifre.it

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »