energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pesci morti in Greve all’altezza dell’incendio Silo, cittadini preoccupati Breaking news, Cronaca

Firenze – Sono due abitanti della zona, che hanno fatto la segnalazione ad autorità, Arpat, Legambiente, funzionari comunali, con tanto di foto che riguardano il tratto della Greve compreso fra la fabbrica bruciata Silo SPA (che produce mangimi, fertilizzanti e biocarburanti) e la confluenza della Greve con l’Arno, zona San Bartolo a Cintoia/Mantignano Firenze.
“La situazione preoccupa molto – scrivono i cittadini – in quanto sono visibili migliaia di pesci morti, pesci gatto, alborelle, cavedani, carpe, siluri e anche molluschi.
Il fiume è pieno di bolle di materiale oleoso che risalgono dal fondo e ristagnano in superficie. Specifichiamo che siamo vicinissimi alla confluenza con il fiume Arno e all’acquedotto comunale di Mantignano”. Il problema, di fronte a questo spettacolo, è se ci si trova di fronte, come la morte dei pesci sembrerebbe indicare, a qualcosa di pericoloso non solo per la fauna ittica, che denoterebbe comunque un grave problema ambientale, ma anche alla salute delle persone che abitano nell’area limitrofa. I comunicati Arpat tuttavia sono rassicuranti, almeno per quanto riguarda la salute umana. I cittadini, che sono dubbiosi sulla presenza di apposite barriere per arginare l’acqua inquinata come divulgato dalla stampa cittadina, lanciano un auspicio, “che a questa situazione vengano dedicati la giusta attenzione e controllo, ma è anche necessario che ci sia una corretta informazione su cosa sta accadendo. Non vogliamo creare allarmismi ma se esiste un reale pericolo è necessario che la situazione venga presa di petto”.
Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »