energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pesci uccisi dal fango nel torrente Parmignola Ambiente

Nella giornata di sabato 7 luglio il Comune di Carrara aveva  contattato Arpat (Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana) segnalando uno sversamento di liquami nel torrente Parmignola. A seguito di un accertamento sul campo, gli operatori di Arpat hanno verificato che lo sversamento era stato causato da un guasto al depuratore della Fossa Mestra. Intervenuti attorno alle 13.30, gli esperti dell’agenzia ambientale della Regione hanno proseguito il loro monitoraggio del torrente fino alla tarda serata, prelevando vari campionamenti dal corso d’acqua. Presenti il servizio veterinario dell’Asl e della Polizia Provinciale di Massa Carrara, gli operatori di Arpat hanno quindi prescritto al gestore del depuratore della Fossa Maestra di rimuovere i fanghi fuoriusciti ed ossigenare il torrente mediante l’immissione di acqua fresca. I pesci, infatti, stavano morendo a causa della mancanza di ossigeno dovuta al fango accumulatosi per lo sversamento dal depuratore. I pesci morti sono stati rimossi per evitare la contaminazione dell’acqua a causa della loro putrefazione, mentre nella mattinata di oggi, lunedì 9 luglio, l’attività del depuratore è tornata alla normalità. Arpat, tuttavia, continuerà ad effettuare campionamenti nel torrente Parmignola per verificare la salute del corso d’acqua ed il funzionamento del depuratore.

Foto: http://4.bp.blogspot.com

Print Friendly, PDF & Email

Translate »