energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Petriolo, Italia Nostra per l’annullamento della vendita, proroga dell’avviso Breaking news, Cronaca

Siena  – Una richiesta formale di annullamento circa l’avviso pubblico di interesse alla procedura di cessione delle Terme di Petriolo giunge dall’associazione ambientalista Italia Nostra, che scrive una lettera aperta indirizzata al direttore generale delle Terme Alessandro Fabbrini, Direttore Generale, Ivo Coppola, Presidente CdA, Sara Putorti, Vice presidente CdA, Luciano Bonvicini, Consigliere, Patrizia Marchi, Consigliere,   Andrea Moscadelli, Consigliere, Maurizio Colozza, Sindaco di Monticiano.  Fra i motivi, anche la breve durata di pubblicazione, che è stata comunque prolungata di altri 15 giorni, giungendo così, per quanto riguarda la scadenza, a metà luglio.

“Con  la  presente  – si legge nella lettera – si  richiede  formalmente  di  annullare,  per  i  motivi  in  seguito  esposti,  l’Avviso  Pubblico  di  Interesse  alla  Procedura  di  cessione  di  ramo  di  Azienda  “Terme  di  Petriolo ” emesso il 15 giugno 2020 ed in scadenza il 30 giugno 2020″.
Fra i motivi per cui è richiesto l’annullamento, oltre alla breve durata di pubblicazione che dall’associazione era ritenuta “estremamente limitativa per coloro che volessero presentare il proprio interesse”, anche l’art.10 dell’avviso pubblico, laddove il “miglior prezzo” è individuato come unico criterio di aggiudicazione. “Si ritiene che lo stabilimento – scrivono da Italia Nostra –  realizzato con denaro pubblico per  fornire trattamenti  sanitari termali non possa essere ceduto in assenza di precise garanzie  e professionalità necessarie per  assicurare la continuità dei trattamenti termali”.
Inoltre, secondo quanto pubblicato, viene ceduta anche la concessione dell’acqua termale. sul punto scrive Italia Nostra, ” si  ritiene  che  questa  cessione  possa  spingere  ad  aggiudicarsi  il  bene  per  finalità  che  esulino  dalla  specifica  attività  termale dello  stabilimento” .
Ultimo nodo, voci “sempre  più  insistenti di  un  accordo  in  essere  con  il  gruppo  imprenditoriale che già gestisce un albergo sul lato grossetano della valle del Farma:   tali
voci,  se  confermate,  avvalorano  tutti  i  nostri  timori  di  una  effettiva  prossima  definitiva  chiusura dello storico stabilimento un tempo denominato “Terme di Petriolo”. “.
Alla luce di quanto riportato, Italia Nostra chiede “un incontro urgente con il Consiglio di Amministrazione per discutere  quanto  sopra  esposto,  in  particolare  perché,  nella  rinnovata  stesura  dell’avviso  e  nella  successiva  procedura  di  assegnazione,  vengano  incluse,  tra  i  criteri  di  aggiudicazione,  precise garanzie che assicurino la continuità dell’attività termale”.
La lettera è firmata  dall’Associazione Amici dei Bagni di Petriolo,   Italia Nostra regionale,   Italia Nostra  Maremma,  Presidio Italia Nostra Civitella Paganico.
Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »