energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Piano ambientale e energetico, Taradash: “Manca necessaria chiarezza” Politica

Firenze – L’intervento del vicepresidente del gruppo Nuovo centrodestra del Consiglio regionale, Marco Taradash sullo strumento  programmatico della Regione Toscana che unisce il governo delle politiche ambientali al governo delle politiche energetiche: «Astensione su un Piano non sorretto dalla necessaria chiarezza».

«Prendiamo atto che all’interno del Piano ci sono valutazioni che condividiamo, ma prendiamo anche atto che oltre a scriverlo, un Piano, bisogna avere la volontà di realizzarlo sottraendolo alle reti di interessi che nulla hanno a che fare con l’interesse economico della regione. L’esempio della geotermia, con una moratoria per sei mesi che di fatto lascia discrezionalità a chi verrà dopo, è il segno di come la Toscana tenda a sottoutilizzare le proprie risorse per ragioni non del tutto chiare».

«Se l’idea è che ci siano troppe forze che vogliono concorrere allo sfruttamento di una determinata risorsa, allora una Regione che amministra con prospettiva avrebbe dovuto stabilire delle regole di accesso. Non avendolo fatto, questa Regione ha voluto giocare su troppi tavoli. Ciò contrasta in sé con il concetto di Piano energetico che, invece, deve essere basato sulla chiarezza. Noi non possiamo dare voto favorevole a un Piano che nasce con questa riserva mentale. Condividiamo l’impostazione complessiva del Piano, ma non abbiamo alcuna fiducia nella capacità di questa giunta di portarlo a compimento e per questo daremo un voto di astensione».

Il Piano regionale ambientale ed energetico (Paer) della Regione Toscana vede confluire il Piano di indirizzo energetico regionale (Pier) e il Programma regionale per le aree protette (Praa), in sostituzione del vecchio Praa (Piano regionale di azione ambientale (www.regione.toscana.it/-/piano-ambientale-ed-energetico).

Print Friendly, PDF & Email

Translate »