energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Piazza della Passera. Basta rumore e basta smog Cronaca

“Se anche tu sei al limite della sopportazione per questa situazione paradossale del traffico, fai sentire la tua voce”. Questo è leitmotiv del comitato “via Toscanella”, portato avanti da una trentina di persone circa che si sono radunate in piazza della Passera per protestare contro quella che chiamano «l'autostrada» d'Oltrarno. L'orario prescelto, quello della cena, è stato appositamente scelto dal comitato per avere la maggior eco possibile verso i frequentatori della zona.

Gli abitanti: “Ripristinare flusso parziale in piazza Pitti” – Dopo l'operazione che ha portato alla chiusura del traffico in piazza Pitti gran parte del flusso automobilistico si è riversato nelle piccole strade che stanno ai suoi margini. Via Ramaglianti, via Toscanella, lo Sdrucciolo de' Pitti, via dello Sprone e piazza della Passera, luogo simbolo della protesta dove alcune di queste viuzze si incontrano. Parlando con loro si percepisce la rabbia per un «traffico che va avanti fino alle cinque del mattino». Vincenzo, che sta a pochi metri da via dello Sprone, spiega così la questione: «Queste sono stradine medievali e storiche, per questo non ci sono marciapiedi percorribili. Ma la mole di traffico è aumentata e noi dove camminiamo? Chiediamo che venga limitato fortemente questo flusso e che venga ripristinato almeno parzialmente in piazza Pitti e via Guicciardini»

Manifesti anche in inglese – Scelta strategica ed internazionalizzante quella di affiggere manifesti in inglese, volutamente predisposti dal comitato per sensibilizzare anche i numerosi turisti che la sera frequentano la zona. «Il sindaco di Firenze Matteo Renzi non ci fa camminare più», recitava uno di questi, affiancato da un invece italianissimo «Vogliamo poter tornare a camminare sicuri con i nostri bambini invece che stare su un'autostrada».

Print Friendly, PDF & Email

Translate »