energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Signoria anche col cotto, ma il fontanello resta da funerale Cronaca

Ma piazza della Signoria è più bella con o senza cotto? Mentre infuria l'ultima disputa a sfondo artistico lanciata dal sindaco Renzi, conviene riflettere sul fatto che, cotto o non cotto, la bellezza della piazza culla del Rinascimento sarebbe certo più intatta senza il funereo fontanello chiosco di Publiacqua. Installato nella scorsa primavera per dar sollievo agli assetati turisti che durante tutto l'anno si assiepano a naso in su sotto all'ombra della Torre di Arnolfo, lo scuro bugigattolo di metallo si ritrovò subito al centro di un vero e proprio tsunami di critiche per il suo impatto antiestetico, collocato com'è non certo in disparte, ma di fronte a Palazzo Vecchio ed appena dietro la fontana del Nettuno.

Tant'è che il presidente di Publiacqua Erasmo D'Angelis corse subito ai ripari, promettendo un tempestivo restyling a cura di Staino del chiosco acquifero, in sobria consonanza con l'aspetto e la classe rinascimentale di piazza Signoria. Il make up del discusso parallelepipedo avrebbe dovuto essere completato al massimo entro novembre, garantì D'Angelis: alle porte di marzo, però, il fontanello chiosco conserva tuttora la sua imbarazzante architettura. "In questi mesi siamo stati impegnati su varie emergenze e non abbiamo potuto occuparci della questione – ammette D'Angelis – ma ora è tutto pronto davvero: Staino ed i nostri architetti hanno preparato alcuni bozzetti, a giorni li sottoporremo a Comune e Soprintendenza, entro l'estate Piazza della Signoria avrà un fontanello degno della sua bellezza". A discolpa del brutto dispensatore idrico, c'è però da dire che è il più gettonato di Firenze. ogni mese ne vengono spillati oltre 100mila litri d'acqua, "al 78% frizzante", tiene a sottolineare D'Angelis (se si parla d'acqua, le bollicine contano).

Che aggiunge una curiosità: la presenza del fontanello "è, da poco, anche indicata in alcune guide". Si spera, per il bene di Firenze, come servizio ai visitatori e non come attrattiva turistica. 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »