energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Piazze vivibili”, Nardella: “Non escludiamo altre ordinanze a marzo” Breaking news, Cronaca

Firenze – Non bisogna mai allentare la presenza di pattuglie, che serve anche da deterrente. Sono queste le parole di Dario Nardella, che insieme all’assessore alla Polizia municipale Federico Gianassi e al comandante della Polizia municipale Alessandro Casale, ha presentato stamani a Palazzo Vecchio i risultati dei servizi effettuati dal 28 luglio al 31 agosto 2018 in base all’ordinanza “Piazze vivibili”.

Il servizio ha concentrato 5 pattuglie per turno sulle zone Reims/Via Gran Bretagna e Via Fez e Piazza Bartali, Piazza Pier Vettori, Giardini di via Allori, Piazza della Libertà – Parterre, Giardini di via Galliano, Piazza santo Spirito (prevista una pattuglia nell’orario notturno). Obiettivo, rendere di nuovo vivibili i giardini, piazze e luoghi storici diventati infrequentabili a causa della sicurezza, minacciata dal fenomeno del bivacco, dello spaccio, del possesso di alcolici e di assembramenti collegati a questo tipo di attività.

L’Ordinanza però non aveva finalità repressive, dicono dall’amministrazione. La prima finalità infatti era quella di prevenire e garantire un controllo del territorio maggiore, cioè di contrastare e allontanare persone dai comportamenti scorretti e vietati, tramite l’informazione e la presenza quotidiana dei vigili e restituire così tranquillità e serenità.

L’effetto desiderato, dice l’amministrazione, è diventato visibile anche guardando ai risultati: i vigili hanno allontanato solo 8 persone ed effettuati ancora altri 24 interventi meno gravi. Ma soprattutto non hanno registrato nessuna violenza permettendo alle famiglie di tornare in queste zone.

Oltre a questo lavoro di prevenzione, la polizia municipale di Firenze ha anche svolto un “lavoro eccellente” sul fronte della lotta allo spaccio. Per la prima volta gli agenti sono stati dotati da una squadra antidroga e da un’unità cinofila. Questo ha consentito loro di sequestrare quantità importanti di stupefacenti e di svolgere così un’attività di ausilio e di supporto rispetto a quella propria della polizia e dei carabinieri. Per fare qualche numero,  il 29 dicembre dell’anno scorso sono state rinvenute e sequestrate  circa 1,23 kg di sostanze.

Soddisfazione del sindaco rispetto ai risultati positivi. Nardella ha detto: “Questa soddisfazione l’abbiamo registrata anche fra i cittadini e i commercianti che ci hanno chiesto di andare avanti. E siamo così soddisfatti che non escludiamo di firmare ordinanze analoghe a partire da marzo, quando tornerà la bella stagione e probabilmente si presenteranno situazioni del genere. Anzi nelle prime settimane di marzo avremo cento nuovi assunti, tutti ragazzi sotto trentadue anni, in servizio nelle nostre strade, piazze ed anche in altri quartieri dove si possono presentare questi rischi. Soprattutto anche per quanto riguarda lo spaccio, noi non ci fermeremo e continueremo il contrasto senza alcun tipo di esitazione”. 

Il primo cittadino conclude: “Ovviamente tutto questo lo facciamo nell’attesa che il ministro Salvini passi dalle promesse ai fatti. È passato già un mese da quando il ministro aveva promesso 250 uomini che mancano all’area fiorentina. Ad oggi ancora quella promessa non è confermata. Ogni mese ricorderemo questo tipo di impegno. Perché oltre all’amministrazione comunale, quando si parla di sicurezza, di questo diritto fondamentale, dev’essere prima di tutto lo Stato a fare la sua parte”. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »