energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Piccoli chef aretini in campo per l’educazione alimentare Notizie dalla toscana

Arezzo – Un doppio evento tutto dedicato alla prevenzione delle malattie e all’educazione alle più corrette abitudini alimentari. Le due iniziative sono in programma giovedì 27 novembre ad Arezzo e avranno come protagonisti gli operatori della Banda dei Piccoli Chef della Lilt, da sempre impegnati in campagne a favore della salute con progetti rivolti ai più piccoli a partire dai due anni.

Il primo appuntamento è alle 17.00, presso la biblioteca comunale in via dei Pileati, con la presentazione del libro “Si può”, un racconto dedicato a tutti i bambini che hanno perso una persona cara. Pubblicato dalla File – Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus in collaborazione con la casa editrice Carthusia di Milano, il libro nasce da un progetto volto sia a sostenere i bambini facenti parte di un nucleo familiare colpito da un lutto significativo, sia a supportare le strutture scolastiche e socio-educative per sensibilizzare i piccoli studenti su queste tematiche. Nel corso della presentazione sono attese Donatella Carmi e Flavia Buzzonetti della File, la sociologa e ideatrice del progetto Mariella Orsi e Ilaria Maurri in rappresentanza della Carthusia, mentre per parlare dell’attività della Lilt di Arezzo e della Banda dei Piccoli Chef interverranno la presidente Francesca Buffoni e la psicoterapeuta Edy Marruchi.

La seconda iniziativa è invece alle 21.00 allo SpazioSeme in via del Pantano con l’incontro “Contro lo spreco di cibo!”, una serata volta a sensibilizzare su iniziative e prospettive per una sana alimentazione. In questo caso tra i relatori sarà presente la dottoressa Barbara Lapini, fondatrice della Banda dei Piccoli Chef Lilt che affronterà il tema del diritto all’educazione alimentare per prevenire fin da piccoli, oltre al dottor Pierluigi Rossi che parlerà di biodiversità agroalimentari, alla deputata della Commissione Agricoltura Chiara Gagnarli e al deputato della Commissione Affari Sociali Matteo Mantero.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »