energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pieri, Tondi e Bonciani (Udc): “sulle città metropolitane siano i cittadini a votare” Politica

Per l’Udc fiorentina devono essere  “i cittadini ad eleggere direttamente sindaco e rappresentanti del territorio della nuova città metropolitana”.  Ad avanzare la proposta, che oggi andrà al voto alla Camera, sono stati i consiglieri comunali Massimo Pieri, il capogruppo in provincia Federico Tondi, che è anche presidente della commissione speciale per la città metropolitana e l’On. Alessio Bonciani. “La legge– hanno aggiunto i tre esponenti centristi – contiene una norma che prevede la possibilità, per i comuni capoluogo, di istituire l’elezione diretta di sindaco e rappresentanti dell’area metropolitana, a patto che si proceda prima a suddividere il comune in tante diverse municipalità. A Milano, il sindaco Pisapia ha già annunciato di essere pronto, mentre a Firenze colpisce il silenzio fin qui totale della politica, a partire dal sindaco Renzi, che pure dal 1 gennaio sarà il presidente pro tempore del nuovo ente”. Per i tre esponenti dell’Udc va assolutamente evitato “di perdere l’opportunità offerta ai cittadini dalla legge di poter decidere chi governerà il nuovo ente, cui faranno capo tutte le scelte più importanti di gestione del territorio, altrimenti saranno i partiti a decidere tutto, creando un preoccupante deficit di democrazia”. Per il consigliere Pieri c’è poi anche la necessità  “con la trasformazione in municipalità di quelli che oggi sono i cinque quartieri di rivederne i confini. I quartieri come sono stati pensati oggi sono fortemente sbilanciati: non è pensabile che il Q5 sia la terza città toscana a fronte del Q3 che con i suoi poco più di 30mila abitanti è una piccola fetta della periferia”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »