energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pietrasanta Sviluppo: una società pubblica che funziona Economia

Presentati a Pietrasanta gli ottimi risultati degli ultimi cinque anni di Pietrasanta Sviluppo Spa, De Girolamo: “Si può razionalizzare il numero delle partecipate comunali valorizzando le gestioni efficienti e di qualità, come nel caso del Comune di Pietrasanta e di Pietrasanta Sviluppo Spa”.

Pietrasanta (Lucca)– Un utile di circa 51 mila euro (in linea con gli ultimi tre anni), un bilancio in equilibrio, ricavi stabili a 2 milioni di euro circa, 50 dipendenti (66 con gli stagionali e gli stagisti), la maggior parte dei quali con contratto a tempo indeterminato.
Questi i dati essenziali dell’attività di Pietrasanta Sviluppo, società per azioni del Comune di Pietrasanta, al 100% pubblica che dal 2010, anno della costituzione, ad oggi, ha ottenuto risultati di valore assoluto nel settore dei servizi lasciando sostanzialmente tariffe invariate all’utenza, intervenendo in tutti i settori di competenza con massicci investimenti, decine di iniziative culturali e sociali restando a passo con i tempi comunicando su social network e con massima trasparenza sui siti web.

“Nel quadro del processo di razionalizzazione delle società partecipate da enti pubblici, il Comune di Pietrasanta ha fatto la scelta importante di scegliere Pietrasanta Sviluppo Spa come unica società di servizi comunali, prevedendo di trasferirle a breve anche la gestione della farmacia comunale e rafforzando i servizi già esistenti: mensa scolastica, vigilanza dei parcheggi, pubbliche affissioni, gestione del bagno Pietrasanta”, ha commentato il presidente di Confservizi Cispel Toscana, Alfredo De Girolamo, che ha partecipato oggi alla conferenza stampa di presentazione dei risultati della gestione insieme all’amministratore unico di Pietrasanta Sviluppo Marco Bonuccelli e al sindaco di Pietrasanta Domenico Lombardi.
“Il caso di Pietrasanta Sviluppo – prosegue De Girolamo – testimonia che l’azienda pubblica funziona e che sono possibili processi di razionalizzazione che valorizzino le realtà virtuose esistenti e non comportino solo dismissioni e alienazioni. Ci auguriamo pertanto che la legislazione nazionale in corso di discussione (Decreto Madia) non metta in discussione queste esperienze positive, anzi le incentivi e le rafforzi” conclude De Girolamo.

“Di concerto con il Comune – spiega Marco Bonuccelli, Ammnistratore Unico di Pietrasanta Sviluppo – ci siamo dati l’obiettivo di riuscire a rendere la società viva ed affiancare alla mera gestione del patrimonio pubblico, una serie di servizi al cittadino a partire da quello della refezione scolastica che è stata una vera e propria sfida. I risultati ottenuti dimostrano che la linea tracciata è quella giusta e che le aziende pubbliche possono essere sane e ben gestite”.

All’attività di gestione del “Bagno Pietrasanta”, al servizio di affissioni e alla vigilanza dei parcheggi, l’azienda ha aggiunto nel settembre 2011 la gestione delle mense scolastiche, tornata pubblica dopo 10 anni dopo una “non felice” gestione di una multinazionale.

Gli ottimi risultati registrati nella refezione scolastica confermano la scelta intesa a sviluppare il Progetto Qualità, basato su menù equilibrati, di cui fanno parte piatti della tradizione locale, biologici e a km zero. I risultati ottenuti vanno in gran parte attribuiti al coinvolgimento del personale determinato a rendere la propria azienda un luogo in cui si punta esclusivamente al soddisfacimento dell’utenza e della cittadinanza.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »