energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Piogge, allagamenti e reticolo idraulico in crisi tra Lucca e la Versillia Cronaca

Lucca – Le zone più colpite dal nubifragio sono quelle comprese tra Lucca e la Versilia, per le forti piogge della notte della mattina. Attivata da Provincia e Prefettura la sala di Protezione civile di Palazzo Ducale.

Nelle prime ore del pomeriggio, grazie al deciso miglioramento delle condizioni meteo, i livelli idrometrici dei canali secondari sia a Lucca che in Versilia sono tutti scesi sotto il livello di guardia, informa la nota della Provincia di Lucca.  E le criticità di allagamento verificatesi nella prima mattina di oggi sono progressivamente rientrate, anche se permangono alcune situazioni a causa delle difficoltà di deflusso.

Si è concentrata soprattutto sulle difficoltà del reticolo idraulico secondario l’attenzione del Servizio di protezione civile della Provincia di Lucca a seguito del maltempo abbattutosi sul territorio nella notte scorsa e nella mattinata odierna. Una situazione monitorata fin dalle 8 di stamani quando, in accordo con la Prefettura di Lucca, è stata aperta la sala Operativa Provinciale per ricevere le segnalazioni e per l’eventuale attivazione delle contromisure. Contemporaneamente erano scattati i sopralluoghi sul territorio da parte dei tecnici e degli operatori  provinciali, in particolare nella zona tra Lucca e la Versilia, quella più colpita dalle piogge: in alcuni punti dei territori comunali di Seravezza e Camaiore sono caduti tra gli 80 e i 100 mm di pioggia in meno di tre ore, livelli molto rilevanti che per la zona si verificano mediamente ogni 50 anni. Cumulati di pioggia che, dalle 10, si sono ridotti a 5 mm medi.

Il Prefetto di Lucca Giovanna Cagliostro, il presidente della Provincia di Lucca Stefano Baccelli con l’assessore provinciale alla difesa del suolo Diego Santi, costantemente in contatto con la sala di Protezione civile di Palazzo Ducale, hanno seguito l’evolversi della situazione maltempo. A livello generale sono state segnalate varie criticità e disagi ma fortunatamente pochi danni. Preoccupanti sono stati i livelli raggiunti da alcuni corsi d’acqua secondari come il torrente Freddana,  il rio Dogaia, il Contesora, il Cerchia, la Freddanella (nel comune di Lucca) e il torrente Camaiore (in Versilia). Per la zona di Lucca allagamenti diffusi a Torre, Tre Cancelli, S. Alessio, S. Macario, S. Maria a Colle, Ponte del Giglio, Carignano, Mutigliano, Farneta e Nozzano.

Nella frazioni di S. Alessio si sono allagati diversi campi e in alcuni punti anche la strada provinciale ha avuto qualche problema di smaltimento della pioggia accumulatasi sulla carreggiata. Le situazioni sono state gestite dal personale comunale e durante la mattinata sono stati numerosi gli interventi dei Vigili del Fuoco chiamati soprattutto per allagamenti, alberi abbattuti o pericolanti e smottamenti.

Nel comune di Lucca si sono verificati smottamenti sulla via Castagnori, sulla via per Torre in località Cerreto (è in corso l’intervento da parte del Comune di Lucca) e in località Querce e Torre Alta con frana di detriti sulla viabilità così come sulla via di Gugliano. Anche per questi due episodi sono in corso gli interventi di ripristino.

In Versilia, nel comune di Pietrasanta, si sono verificati innalzamenti repentini dei corsi d’acqua secondari con conseguenti allagamenti in località Strettoia e Marina di Pietrasanta causate dalle difficoltà di deflusso del reticolo minore. Alcuni smottamenti sono stati segnalati a Capezzano Monte, Capriglia e Castello.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »