energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pioli: “Troppo carichi. Mi spiace per la rissa”. Lopez: Astori contento. ADV e il primo mattone Sport

Firenze – Non cerca scuse Pioli nel dopo gara: “Non abbiamo giocato bene anche se siamo partiti bene ma ci siamo persi e andando sotto la partita si è complicata, non è stata una giornata delle migliori. Ci siamo arrivati troppo carichi e non abbiamo gestito bene la pressione. In tribuna c’erano i genitori di Astori, dispiace per quello che è successo nel finale. La mia squadra ha sempre comportamenti perfetti e quello che è successo è la fotografia di come abbiamo perso la partita.C’era molto nervosismo ma bastava ammonire i giocatori che perdevano tempo o dare più minuti di recupero. Il tempo effettivo credo sia stato di 49 minuti. L’arbitro non l’ho offeso ne’ insultato, non è stata proprio una giornata perfetta.
Oggi le difficoltà nella manovra ci hanno impedito di tirare in maniera pulita e non abbiamo trovato riferimenti e imbucate. Peccato perché ci tenevamo. La curva in sciopero ci è mancata ma i tifosi son stati come tutto l’anno. Andiamo tutti nella stessa direzione, intanto abbiamo colto l’obiettivo di trovare solide basi.
Sul gol si poteva marcare meglio Pavoletti.
Sull’altra sponda Lopez cerca di dare ancora più carica ai suoi: “Con questa vittoria ora siamo padroni del nostro destino, non era semplice perché la Fiorentina ha giocatori molto forti davanti. Ma siamo riusciti ad arrivare prima sulla palla perché non dovevamo far giocare i loro centrocampisti. Mi dispiace della rissa tra due squadre che hanno avuto Astori, un giocatore che è stato un esempio. Io subito sono andato a cercare di dividere. Noi dovevamo fare la nostra partita per continuare a sperare nella salvezza. Ho visto il muro del pianto e mi ha fatto un grande effetto, è stata una partita particolare ma credo che anche lui sarà felice del risultato”.
Di Astori parla anche Andrea Della Valle al Franchi con i genitori di Davide: “Niente sarà più come prima, ma Davide sarà sempre in giro nello spogliatoio. E’ stato bello rivedere i genitori, sono venuti negli spogliatoi a salutare i ragazzi e sono orgogliosi di loro. Ci siamo abbracciati tutti: bella cosa. E’ il primo mattone del nuovo ciclo, che credo ci darà soddisfazioni nei prossimi anni. Sono molto molto positivo, poi a fine stagione faremo tutti i nostri calcoli. L’importante è non mollare, aspettiamo il risultato di stasera. Magari ci teniamo una settimana ancora di sogno. Grazie ancora ai tifosi, ci sono stati vicino in questi mesi drammatici e nessuno lo dimenticherà mai”.
“E’ una stagione che bisogna assolutamente incorniciare, dopo quello che è successo e che abbiamo vissuto soprattutto i nostri tifosi sono stati eccezionali come sempre. Prendiamo la parte positiva, non ce l’aspettavamo una partita così. Anche l’approccio, l’atteggiamento l’abbiamo impostato male. Non bisogna però recriminare ora, i ragazzi sono andati anche oltre dopo tutto quello che è successo. Ma niente è perduto”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »