energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Piombino: imminente contestazione ad Aferpi per inadempienza contrattuale Economia

Piombino –  In assenza di novità, nelle prossime ore il governo darà il via al procedimento di contestazione per inadempienza contrattuale rispetto all’addendum sottoscritto nel giugno scorso. Lo ha annunciato il ministro er lo Sviluppo economico Carlo Calenda nel corso della riunione che si è tenuta a Roma sulla situazione delle acciaierie ex Lucchini di Piombino acquisite da Aferpi del gruppo algerino Cevital.

“Prendo atto delle informazioni fornite dal ministro e condivido il percorso che ha illustrato ai presenti. Per la Regione Toscana è infatti fondamentale che a Piombino si continui a produrre acciaio, salvaguardando l’occupazione”, ha commentato il  presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, non presente all’incontro, ma rappresentato dal consigliere per le questioni del lavoro, Gianfranco Simoncini.

Il gruppo nei giorni scorsi ha inviato una lettera che è però ritenuta insufficiente perché carente su tre punti fondamentali: non contiene certezze circa i partner individuati per proseguire nell’attuazione del piano industriale illustrato nella lettera, non dà garanzie sul piano finanziario, non fornisce rassicurazioni sul fronte occupazionale.

E’ per queste ragioni che il Governo ha annunciato che nelle prossime ore darà il via al procedimento di contestazione per inadempienza contrattuale 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »