energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Pisa in B: gravi sanzioni inflitte al Foggia Sport

Firenze – Gravissime le sanzioni inflitte dal giudice sportivo della Lega Pro al Foggia per i gravi incidenti che hanno caratterizzato la partita Foggia-Pisa di domenica scorsa valida quale finale di ritorno per la promozione in serie B.

Il giudice sportivo Pasquale Marino, letti gli atti ufficiali, osserva :

-che già prima dell’inizio della gara, all’ingresso in campo per il sopralluogo, i tesserati del Pisa venivano fatti oggetto da parte dei sostenitori del Foggia di un fitto lancio di oggetti, in particolare di bottigliette di acqua semipiene ed alcune anche piene, una delle quali colpiva un calciatore senza conseguenze;

-che anche durante la fase di riscaldamento si ripeteva il lancio di vari oggetti fra i quali bottiglie di plastica piene di acqua, una delle quali colpiva il preparatore atletico del Pisa senza conseguenze;

-che al 20’ minuto del secondo tempo di gara si ripeteva l’ennesima volta, da parte dei sostenitori del Foggia il lancio di bottigliette semipiene di acqua sul terreno di gioco, tra le quali una bottiglietta piena colpiva alla testa l’allenatore del Pisa che rimaneva stordito e necessitava di cure mediche;

-che tale ultima situazione provocava uno stato di rissosa confusione tra i tesserati in campo, mentre i sostenitori del Foggia continuavano nella loro attività di lancio facevano esplodere sul terreno di gioco un petardo nei pressi del portiere pisano, oltre al lanci di numerosi fumogeni;

-tale situazione costringeva l’arbitro a sospendere la gara per circa 10 minuti durante i quali numerosi sostenitori del Foggia, dopo aver forzato un cancello, invadevano il campo prontamente respinti da addetti alla sicurezza e dalle forse dell’ordine;

-al termine della gara, regolarmente ripresa e conclusa, si assisteva ad un ulteriore lancio di bottigliette piene e semipiene di acqua da parte dei sostenitori del Foggia una delle quali colpiva un calciatore del Pisa che rientrava negli spogliatoi con conseguente stordimento dello stesso che necessitava di cure mediche;

-che gli episodi sopra descritti costituiscono l’ultimo di una analoga, anche se meno grave, sequenza di eventi potenzialmente pericolosi per l’incolumità delle persone in campo che questo giudice ha già sanzionato;

-che all’esito degli eventi descritti non può non rilevarsi come in regime sanzionatorio fin qui adottato sia risultato inadeguato, sia in funzione afflittiva che in funzione preventiva:

-che pertanto dall’univoca e concordante descrizione degli eventi quali emergenti dagli atti ufficiali risulta accertata da responsabilità oggettiva della società in riferimento al comportamento dei propri sostenitori, ma anche la responsabilità diretta della società stessa dimostratasi incapace durante l’intero campionato di porre in essere le necessarie misure volte ad impedire che il reiterato comportamento dei propri sostenitori degenerasse nelle gravi e intollerabili intemperanze descritte delibera di infliggere al Foggia :

-ammenda di 15 mila euro;

-obbligo a disputare a porte chiuse le prime cinque gare interne del prossimo campionato;

-di rimettere gli atti alla Lega italiana Calcio professionistico per quanto di competenza.

Provvedimenti disciplinari.

ALLENATORI – Sono stati squalificati per due gare De Zerbi Roberto (Foggia) per comportamento offensivo verso l’arbitro durante la gara (espulso); e per una gara Gattuso Gennaro (Pisa) per comportamento non regolamentare in campo e per avere assunto atteggiamento offensivo e provocatorio verso il pubblico locale (espulso).

CALCIATORI – Squalificati per due giornate Lores Varela Ignacio (Pisa) per comportamento scorretto verso un raccattapalle allo scopo di ritardare la ripresa del gioco;

squalificati per una gara per recidività in ammonizioni Agnelli Cristiano, Di Chiara Gianluca e Vacca Antonio del Foggia e Francesco Di Tacchio del Pisa;

ammoniti Coletti Tommaso (Foggia) e Verna Luca (Pisa).

————————-

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »