energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pisa, l’arcivescovo commissaria la Misericordia Cronaca

L’uomo di fiducia del pastore pisano chiamato a traghettare la Misericordia di Pisa verso nuovi orizzonti, dopo anni di incauto governo, è  il commercialista lucchese Stefano Ragghianti. “Ragghianti – spiega una nota dell'arcidiocesi pisana – da anni si occupa per professione e per impegno personale delle problematiche del Terzo Settore e delle onlus, e in particolare delle organizzazioni di volontariato. Tale scelta è maturata in un confronto diretto con la conferenza delle Misericordie della Toscana, nella persona del presidente Alberto Corsinovi, tenendo conto delle gravi problematiche che la Misericordia di Pisa sta vivendo in questo momento”. Si chiude cosi una annosa, quanto spinosa, vicenda che ha visto per mesi, sugli organi d’informazione, tirato in ballo in prima persona l’Arcivescovo Benotto e una delle più prestigiose istituzioni pisane qual è la locale Misericordia. Dunque il piano di risanamento sarà concordato insieme alla Confederazione, probabilmente anche per offrire alle banche maggiori garanzie, vista la situazione patrimoniale in cui versa la Misericordia pisana, con oltre 7 milioni di euro di debiti. Nella gestione, prosegue la nota della curia, “Ragghianti si avvarrà della collaborazione di persone di sua fiducia per assicurare una costante presenza all'interno dell'istituzione ai fini di una migliore organizzazione del lavoro dei dipendenti e una più fattiva valorizzazione dell'apporto dei volontari”. Cambio di marcia quindi all’interno della struttura organizzativa dove aveva preso sempre più piede di marginalizzare i volontari a favore di un numero eccessivo di dipendenti, stipendiati, arrivati a ben 63 unità e che, secondo uno studio di commercialisti pisani incaricati dai vecchi vertici, dimissionari, avrebbero dovuto essere molti meno. “La speranza – conclude la nota diocesana – è che questo provvedimento serva a recuperare un clima più sereno che permetta di affrontare con lucidità e determinazione le problematiche che hanno provocato le attuali difficoltà e di superarle”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »