energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Pistoia Blues: scattano le restrizioni alla movida Notizie dalla toscana

Pistoia – In vista della partenza del Pistoia Blues Festival, il sindaco ha firmato un’ordinanza a tutela della sicurezza pubblica e del decoro cittadino e per disciplinare la vendita di alcolici e la dislocazione dei dehors dal 10 luglio (ore 19) fino al 18 luglio (alle 8 del mattino) nell’area del centro cittadino delimitata da viale Arcadia, via Martiri delle Libertà, via Bastione Mediceo, via IV Novembre, piazza Leonardo da Vinci, via Attilio Frosini, via Vittorio Veneto, piazza Dante Alighieri, via XX Settembre, via Pacinotti, viale Petrocchi, via Dalmazia (fino a via dello Specchio), via dello Specchio, viale Giacomo Matteotti e via Traversa.

Bevande alcoliche. Sarà vietata la cessione di bevande alcoliche anche a titolo gratuito, da parte di soggetti diversi dagli esercizi autorizzati, lo stoccaggio di bevande alcooliche in quantità non giustificate dal consumo personale e/o familiare, la vendita per asporto e la somministrazione di bevande con contenuto alcolico superiore all’ 8% anche per gli esercizi autorizzati. Sarà consentita la somministrazione di vino e birra (anche di gradazioni diverse da quanto prescritto al punto precedente) solo unitamente alla somministrazione di pasti, non da asporto, negli esercizi autorizzati.

Divieto di somministrare e vendere in contenitori di vetro o altro materiale rigido. Gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, i circoli, le attività commerciali di prodotti alimentari e comunque qualsiasi forma commerciale di bevande (sempre comprese nella terza cerchia muraria) devono somministrare e vendere solo in contenitori di plastica o carta. La somministrazione in contenitori di vetro è ammessa solo all’interno dei locali. Rispetto all’area compresa nella terza cerchia muraria, sul Comparto della Sala vi è una limitazione ulteriore sul divieto di utilizzo di contenitori di vetro o lattine o comunque contenitori rigidi che riguarda non solo l’operatore commerciale ma anche gli avventori anche nel caso in cui vengano trasportate bevande non alcoliche. Inoltre i recipienti in plastica o in altro materiale privo di rigidezza devono essere sprovvisti di tappi o chiusure idonee ad impedire la dispersione dei liquidi in caso di lancio del recipiente stesso.

Dehor. E’ vietata ogni occupazione di suolo pubblico oltre a quelle autorizzate nel rispetto del regolamento inerente le attività di somministrazione all’aperto. Sarà invece autorizzata soltanto la collocazione, per i soli locali di “somministrazione assistita” e solo nelle immediate adiacenze dell’ingresso del locale, di un dispenser di birra non più grande di un metro quadro. Nessun altro tipo di attrezzatura sarà autorizzata e nessun altro tipo di negozio, che già non effettui la somministrazione assistita, potrà esporre dispenser. Ai locali del comparto Sala sarà vietato lasciare gli arredi sul suolo pubblico oltre l’orario di chiusura (le 2 di notte) al fine di garantire un più efficace e capillare servizio di pulizia da parte del servizio pubblico. Le occupazioni di suolo pubblico che risulteranno difformi, anche a seguito di controlli con telecamere di sorveglianza, da quanto previsto dall’ordinanza, saranno soggette alla revoca immediata dell’autorizzazione ad occupare il suolo pubblico. Inoltre è vietata la collocazione di qualsiasi tipo di attrezzature ed elementi accessori alle attività commerciali, quali fornelli o apparecchiature per la cottura a fiamma libera, piastra o griglia di alimenti, tavoli, banconi e di ogni altro arredo non previsto dal regolamento per le attività di somministrazione all’aperto, fatto salvo un dispenser per la distribuzione di bevande, esclusivamente per gli esercizi che hanno la qualifica di “somministrazione assistita” e ne abbiano ottenuto la relativa autorizzazione.

Il mancato rispetto di una delle prescrizioni contenute nel provvedimento darà luogo alla sanzione amministrativa e accessoria se prevista e all’immediata esclusione dalla manifestazione con perdita del diritto a partecipare alle edizioni successive;

Cessazione attività entro le 2 di notte. Nel comparto delimitato dalla Ztl (dove sono comprese quindi anche l’Apu-Area pedonale urbana e comparto della Sala) le attività a qualsiasi titolo esercitate devono cessare alle 2 del mattino (compresa la somministrazione di bevande alcoliche), con obbligo di smobilitazione delle strutture a supporto che interessino il suolo pubblico entro i trenta minuti successivi e cioè entro le 2.30.

Le sanzioni. Salvo che il fatto non costituisca reato, l’inosservanza degli obblighi e divieti dell’ordinanza comporterà, ai sensi dell’art 7 bis del D. Lgs. 267/00 – in combinato con quanto disposto dall’articolo 10 del regolamento comunale su “disposizioni in materia di convivenza nell’ambito del territorio comunale”- l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di 80 ad un massimo di 360 euro. Gli agenti della Forza Pubblica potranno procedere alle ispezioni di sacchi o zaini per il controllo dei divieti ed al sequestro dei contenitori difformi da quanto previsto, con immediata dispersione dei contenuti nella rete fognaria cittadina. Saranno inoltre disposti interventi di controllo preventivo al fine di evitare lo stoccaggio di bevande alcoliche in luoghi privati da parte di soggetti non titolari di ditte commerciali e/o di somministrazione nei giorni precedenti alla manifestazione. Laddove l’accertamento della violazione avvenga a carico di esercenti, il commercio o l’attività di somministrazione, le eventuali licenze, autorizzazioni, assensi o altre manifestazioni di potere pubblico comunque denominate abilitanti le attività, sono soggette a sospensione fin dalla prima violazione per un periodo compreso tra i giorni 2 ed i giorni 30.

Estensione orario apertura bagni pubblici e bagni chimici. Il Comune, come prevenzione attiva delle cause di degrado, durante i giorni del Blues ha disposto l’estensione dell’orario di apertura dei bagni pubblici gratuiti e la dislocazione nel centro di 28 bagni chimici ulteriori.

Punto di primo soccorso. In piazzetta Romana sarà allestito un punto di primo soccorso e pertanto dovrà essere sempre garantita la possibilità di accesso all’area sia dalle persone che dai mezzi. Inoltre dovrà essere garantito il passaggio tra via Roma e piazza della Sala attraverso via di Stracceria.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »