energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Pistoia Blues tocca quota 46.000 presenze Notizie dalla toscana

Pistoia – La trentacinquesima edizione del Pistoia Blues Festival si chiude con un bilancio da record: oltre 46.000 le presenze in otto serate, dal 10 al 17 luglio, tra i concerti in piazza del Duomo e gli altri 31 appuntamenti gratuiti, tra concerti, spettacoli e incontri, diffusi in 12 luoghi diversi della città.

I numeri dimostrano un eccezionale interesse verso questo appuntamento che, di anno in anno, riesce a catalizzare in città sempre più appassionati e visitatori. La manifestazione dimostra infatti non solo di essere in perfetta salute, ma anche di saper crescere, in tempi sicuramente non fiorenti anche per i festival musicali storici come il Blues.

Con 8 serate di concerti sul palco centrale, 12 concerti gratuiti nelle piazze e nelle vie cittadine, 2 nottate di dj set in piazza del Duomo e 2 dj set gratuiti in piazza Civinini e in via del Ceppo, Pistoia ha accolto i tantissimi visitatori, molti dei quali provenienti anche dall’estero, con una rassegna di musica più che raddoppiata nel numero di serate ed estesa a tante altre piazze e strade della città storica, confermando l’impianto di un “festival diffuso” sperimentato già con successo lo scorso anno e introducendovi, per questa edizione, ulteriori novità come quella di ospitare il mercatino (102 espositori più circa altri 40 spuntisti) in tre delle principali piazze della città, diffondendo l’atmosfera Blues per tutto il centro e non soltanto nelle zone più vicine a piazza del Duomo.

Dal punto di vista della sicurezza e dell’ordine pubblico, la kermesse, nonostante le migliaia di presenze in città, si è svolta in modo ordinato. Pochi gli interventi della Polizia Municipale.

Le presenze. I concerti in piazza del Duomo hanno fatto registrare oltre 33.000 presenze, alle quali si devono aggiungere le circa 10.000 presenze per i dj set gratuiti di venerdì 11 e sabato 12 luglio. Le presenze alla mostra Blues Town al Piccolo Teatro Bolognini sono state inoltre più di 3.000, alle quali si devono aggiungere anche le tantissime altre persone, molto difficili da quantificare, che hanno assistito agli spettacoli gratuiti nelle strade e nelle piazze della città. Ha funzionato bene piazza Sapienza e le performane della Street Band Fantomatik. a cui si aggiungono gli spettacoli in piazza San Bartolomeo, in piazza San Francesco, al Teatro Bolognini di Jonny Lang, General Stratocaster & the Marshals, Johnny Mars, Hobocombo, i DJ set gratuiti.

Ben il 55% delle presenze sono state da fuori Toscana e di queste il 10% sono giunte a Pistoia persino dall’estero (in particolare per Jack Johnson la percentuale di stranieri è stata molto elevata, così come per gli Arctic Monkeys e The Lumineers). Il Festival “diffuso” in tutta la città ha reso la otto-giorni del Pistoia Blues un’indimenticabile vacanza per chiunque abbia frequentato da turista la cittadina toscana durante la manifestazione.

Polizia Municipale. Quest’anno sono state molte meno le occasioni nelle quali è stato necessario l’intervento della Pm. Le violazioni all’ordinanza sindacale emessa appositamente per i giorni del Blues sono state 6: una per la vendita di alcolici dopo l’orario consentito (le 2 di notte) e le altre per non avere riposto i dehors nell’orario stabilito. Nelle otto serate sono pervenute 13 richieste di intervento inerenti il codice della strada (intralci, spazi disabili e residenti occupati abusivamente, passi carrabili) e 15 per rumori molesti e disturbo alla quiete pubblica. A queste richieste è seguito il pronto intervento dei vigili municipali, presenti in città in numero straordinario: giovedì 10 luglio erano in servizio 7 vigili urbani, venerdì ce n’erano 23, sabato 24 unità, domenica 22, lunedì 5, martedì 5, mercoledì 5, giovedì 8 unità. È sempre stata presente inoltre la pattuglia di servizio ordinario composta da due agenti e un ispettore e, nelle giornate di venerdì sabato e domenica, erano presenti in servizio pomeridiano serale anche quattro vigili del servizio annonario.

Postazioni di soccorso e interventi. L’Amministrazione, in collaborazione con le forze dell’ordine, si è adoperata al massimo per garantire la sicurezza e la salvaguardia dell’incolumità pubblica. A tal fine sono stati messi in campo tutti i dispositivi possibili – dalla viabilità stradale alla vigilanza, dal soccorso pubblico all’assistenza sanitaria, garantita dalla Asl e dal 118 in collaborazione con Misericordia, Croce Rossa e Croce Verde che con i loro volontari hanno svolto un lavoro esemplare. Per il secondo anno si è dimostrata efficace la postazione in piazzetta Romana per l’allestimento di una base operativa del 118 presidiata da personale sanitario pronto ad intervenire in caso di necessità.

Bagni pubblici. Durante i giorni del Blues è stato ampliato l’orario di apertura dei bagni pubblici; in centro sono stati installati inoltre 28 bagni chimici.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »