energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Pistoia, ultimi ritocchi del sindaco Tomasi alla giunta di centrodestra Politica

Pistoia – Ancora in alto mare la composizione della Giunta del neo eletto Sindaco Alessandro Tomasi, che ha battuto il Sindaco Pd Samuele Bertinelli ( al primo mandato). Al di là delle riflessioni che il Pd dovrà urgentemente fare, ed al netto del risultato epocale che segna di fatto un’epoca per la città di Pistoia, il Sindaco si è già messo all’opera su diversi fronti.

Da subito con la gente ed in mezzo ai problemi che non sono pochi. La sua presenza è stata molto apprezzata sia all’evento CGIL, realizzato quest’anno nella Cattedrale presso la sede ex Breda, che all’Istituto storico della Resistenza, nonché ad Associazioni cittadine importanti, una di queste è Raggi di speranza in Stazione, che offre pasti e generi di necessità ai senza tetto. Evidente l’interesse di creare da subito un legame forte con la città visto il consenso ottenuto che evidentemente “ intende non tradire”. La città oggi  ha bisogno di respirare la presenza delle Istituzioni per sentirsi meno abbandonata.

Adesso Tomasi ha l’urgente compito di varare la Giunta. E ad oggi i nomi dei componenti certi sono quelli di Alessandro Capecchi ed Annamaria Celesti, medico ginecologa con ruoli regionali sulla Sanità, presidentessa Medicina di genere e FidaPa. Poi, si parla di Alessandro Sabella, l’avvocato Margherita Semplici e Magni, ” probabili al 99%”,  è quanto viene riferito da fonti qualificate interne alla maggioranza dell’amministrazione pistoiese.

A breve si chiuderà il cerchio intorno alla questione di quella che sarà la prossima giunta, la prima di centrodestra dopo settant’anni di governo esercitato dal centrosinistra. Forse la squadra di governo della città sarà presentata sabato prossimo, perché il Sindaco Tomasi ieri è stato impegnato a Roma, nella manifestazione contro il CETA, il trattato di libero commercio tra Canada ed Unione Europea che, se approvato, secondo gli oppositori aprirebbe le porte ad una “multinazionalizzazione” del commercio italiano, a scapito delle piccole e medie imprese.

Questo impegno ha fatto saltare un vertice di maggioranza, utile per accordi definitivi su chi sarà il prossimo presidente del consiglio comunale e l’ottavo  assessore. Voci fino a due giorni vedevano Emanuele Gelli presidente del consiglio comunale ed esponente della Lega Nord come assessore. Ma la candidatura è rientrata. Tutto è ancora in ballo, c’è ancora una settimana di tempo per decidere la migliore soluzione che sarà presentata nel primo consiglio comunale, venerdì 14 luglio alle ore 14.

 

 

Foto : Alessandro Tomasi

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »