energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Più Toscana: “Vogliono far eleggere un veneto e un lombardo” Dibattito politico

"Le liste della Lega Nord in Toscana? Servono per far tentare di far eleggere un veneto alla Camera e un lombardo al Senato e per far scattare qualche altro seggio al Nord. Votare Lega Nord in Toscana è diventato inutile e deleterio». È la denuncia di Gian Luca Lazzeri, consigliere regionale di “Più Toscana”, commentando le candidature come capilista alla Camera di Manuel Vescovi, padovano residente a Pistoia, e al Senato dell’onorevole Giulio Tremonti, quest’ultimo tra l’altro non esponente del Carroccio.

«I pochi rimasti nella Lega Toscana – prosegue – sono dei Robin Hood al contrario. Politicamente parlando, infatti, con la proposta del 75% delle tasse trattenute sul territorio, vogliono rubare ai poveri (i toscani) per dare ai ricchi (i lombardi), con effetti devastanti per i cittadini della nostra regione. Non dimentichiamoci che la Toscana trattiene già il 90% delle tasse che versa».

Per Lazzeri, «guardando le liste, mi domando dove siano finiti gli uomini di punta rimasti nella Lega Nord Toscana. Marco Cordone (capogruppo alla Provincia di Firenze) è stato candidato solamente al 7° posto per il Senato, mentre Mario Razzanelli (capogruppo a Palazzo Vecchio) non compare affatto. Il “bello” è che la bocciatura di Razzanelli è stata giustificata con una possibile candidatura al Parlamento Europeo. Questo atteggiamento mi ricorda la favola della volpe e l’uva. Per Razzanelli non sono maturi i tempi di una sua candidatura che, forse, matureranno per le Europee. Come direbbe Fedro, “nondum matura est, nolo acerbam sumere”: tanto l’uva è ancora acerba!».

Print Friendly, PDF & Email

Translate »