energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pizarro e Larrondo spietati, per l’ Atalanta non c’è scampo (0-2) Sport

Nell'anticipo serale a Bergamo scende in campo una Fiorentina molto rimaneggiata. In attacco sembrava che Ljajic, dopo le sue ottime prestazioni, avesse il posto assicurato nel tridente privo di Jovetic e Toni, ma Vincenzo Montella sorprende tutti e schiera un tridente molto indeito composto da Cuadrado, El hamdaoui e Borja Valero, quest'ultimo sostituito a centrocampo da Sissoko. La partita inizia a ritmi bassi, la prima vera occasione da gol è al 10' con Denis che dal limite dell'area prova ad impensierire Viviano di testa, ma il portiere viola in due tempi si dimostra sicuro. La fiorentina ha un ottimo possesso palla, ma per ora è poco incisiva in attacco, al 22' è insidioso il contropiede dei bergamaschi, Bonaventura apre sulla destra per Livaja, che va al cross in mezzo per la girata di Denis, ma Viviano è pronto e si oppone. L'Atalanta al 27' continua a farsi vedere nei pressi della porta di Viviano con il colpo di testa di Lucchini, ma il portiere viola si dimostra in giornata. Fiorentina poco incisiva in attacco, che rischia di subire la rete del vantaggio neroazzurro. Il tempo scorre, ma le occasioni da rete non arrivano, il possesso palla viola è fine a se stesso, mentre in difesa Compper e Gonzalo Rodriguez stanno facendo molto bene contro Livaja e Denis. Lo zero a zero per la fine del primo tempo sembra essere scontato. Sul finale della prima frazione di gioco la Fiorentina alza i ritmi: Pizarro illumina con un passaggio di 40 metri, millimetrico per l'inserimento in area di Aquilani, che perde l'attimo per il tiro di prima intenzione e il Consigli para con facilità dopo la deviazione del difensore. Al 43' ancora Aquilani da calcio di punizione di testa scalda le mani di Consigli, Fiorentina che cresce sul finale illuminata dai passaggi di Pizarro. Termina il primo tempo sullo 0 a 0, Montella dovrà spronare i suoi per conquistare i tre punti sul campo difficile Atleti azzurri di Bergamo.  Al 50' ottima azione sulla destra di Cuadrado che passa al limite dell'area per Sissoko che fa partire un tiro diretto all'incrocio dei pali, ma Consigli si supera e devia in calcio d'angolo. Il gioco dei viola nella ripresa è sicuramente molto più insidioso per la difesa bergamasca, la strigliata di Montella ha avuto i suoi effetti. Al 60' Ljajic appena entrato cambia le sorti della partita, entra in area ed induce Stendardo al fallo di mano: rigore di cui si incarica della battuta David Pizarro, che, come domenica contro Abbiati tira alla sinistra di Consigli e porta in vantaggio la Fiorentina. Al 70' la Fiorentina raddoppia, il solito Ljajic recupera palla sulla tre quarti, Cuadrado serve in profondità Larrondo che dopo uno stop a seguire batte Consigli con un siluro sul primo palo. La reazione dei padroni di casa arriva all'80', Pizarro è costretto al fallo sulla tre quarti, salgono le torri dell'Atalanta in area per il cross al centro, Parra anticipa tutti, ma il suo colpo di testa esce di poco sul fondo.  La partita si incattivisce, i gialli fioccano e arriva anche l'espulsione diretta per Denis dopo la brutta entrata ai danni di Pizarro, ma i minuti passano e la Fiorentina si avvicina sempre più alla quinta vittoria stagionale in trasferta. La fiorentina conquista tre punti importanti, a meno 3 dal Milan e manda un messaggio forte ai rossoneri, impegnati domani sera contro il Napoli.

 

FIORENTINA (4-3-3): Viviano; Roncaglia, Rodriguez, Compper, Pasqual; Aquilani (56' Ljajic), Pizarro, Sissoko (71' Migliaccio); Cuadrado, El Hamdaoui (56' Larrondo), Borja Valero.

ATALANTA (4-4-2): Consigli; Scaloni, Stendardo, Lucchini, Del Grosso; Brienza (48' Giorgi), Radovanovic, Biondini, Bonaventura; Livaja, Denis.

ARBITRO: Russo di Nola

RETI: 60' Pizarro (rig.), 70' Larrondo

AMMONITI: 24' Sissoko, 59' Stendardo, 63' Pasqual, 75' Bonaventura, 77' Larrondo

ESPULSO: 89' Denis

Print Friendly, PDF & Email

Translate »