energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pmi, bando della Regione da 10 milioni per l’internazionalizzazione Economia


Un sostegno all’internazionalizzazione del sistema manifatturiero toscano. Con  questo obiettivo la Regione ha stanziato dieci milioni di euro da fondi FAS in favore delle piccole e medie imprese che vogliono investire in promozione sui mercati esteri, partecipazione a fiere e saloni internazionali, apertura di proprie filiali oltreconfine. Le ragioni del bando, pubblicato oggi sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana, sono state illustrate in dettaglio dall’assessore alle attività produttive, Gianfranco Simoncini. «La conquista dei mercati esteri è fondamentale per la nostra industria manifatturiera, in una fase in cui il mercato interno vive un momento di recessione – ha spiegato – I dati dell’export toscano confermano questa  scelta, poiché sono molto al di sopra della media nazionale, specialmente per alcuni settori, come quello della moda». Il finanziamento regionale coprirà il 50% delle spese di investimento per progetti presentati da imprese, singole o consorziate, finalizzati a consolidare il proprio marchio o la propria presenza all’estero. I fondi, a partire da un minimo di 50mila euro fino al tetto massimo di un milione di euro, saranno assegnati a fondo perduto. Saranno privilegiate imprese medio piccole, gruppi di imprese, anche temporanei, imprese giovanili (quelle con capitale detenuto in maggioranza da soggetti al di sotto dei 40 anni), imprese di donne o in fase di start up (ovvero attive da non più di 18 mesi), imprese con certificazione di responsabilità sociale ed imprese provenienti da aree considerate in crisi complessa (per la Toscana le aree di Prato e Massa). Saranno inoltre privilegiati programmi rivolti a paesi come Brasile, Russia, Cina, India, Sud Africa, Stati Uniti, Giappone, Vietnam ed Emirati Arabi. I progetti potranno essere finalizzati all’organizzazione di workshop o seminari promozionali, ideazione di brand o siti web da proporre sui mercati esteri, partecipazione a eventi fieristici, apertura di filiali estere come punti vendita o uffici per l’assistenza post vendita, creazione di strutture logistiche per facilitare il trasporto o la distribuzione in loco. L’assessore Simoncini ha sottolineato infine l’importanza dell’aggregazione tra piccole e medie imprese, elemento non a caso inserito nel bando tra i requisiti che favoriscono un miglior punteggio per l’accesso ai finanziamenti. «Entro la fine del mese pubblicheremo un altro bando del valore di 70 milioni di euro per Ricerca e Sviluppo – ha annunciato – Di questi, 20 milioni saranno dedicati, appunto, al tema dell’aggregazione di imprese».  Le domande potranno essere consegnate da domani, 12 gennaio, fino al 23 marzo 2012. IL bando è reperibile dal sito www.regione.toscana.it/economiaefinanza oppure dal sito di Sviluppo Toscana.

immagine: http://www.lazionauta.it/il-commercio-internazionale/

Print Friendly, PDF & Email

Translate »