energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Podismo, i top runners della Firenze Marathon Sport

 

Firenze – Presso la palazzina Generale Barbasetti di Prun nell’ambito del Marathon Expo sono stati presentati i Top Runners della Firenze Marathon 2014 di podismo. Una lunga schiera di atleti africani, Kenya in primo piano ma anche Etiopia ed Eritrea saranno tra i protagonisti. Anche un po’ di Italia è rappresentata con l’azzurro Domenico “Mimmo” Ricatti e l’ultratrailer Francesca Canepa. “Un gruppo così numeroso di atleti di buon livello non l’abbiamo mai avuto prima a Firenze”, ha sottolineato Fulvio Massini, direttore tecnico della Firenze Marathon.

“Abbiamo un cast che permetterà che sulle nostre strade si corra davvero forte domani mattina. Abbiamo con il pettorale n.1  il keniano Ndung’u Geoffrey, secondo qui da noi l’anno scorso che ha voluto tornare perché si è innamorato di questa città ma soprattutto perché vuole arrivare primo. Abbiamo però riservato il pettorale n. 2 a Omar Levy Matebo che ha un primato personale di 2h05’15” fissato a Francoforte nel 2011. Questo è l’atleta più veloce che la Firenze Marathon abbia mai visto sulle sue strade. Ha partecipato due mesi fa, arrivando 7°, alla Berlino Maratona in 2h 08’33”.Tra questi due atleti sarà una bella sfida e sono sicuro che non ci deluderanno anche sotto il profilo cronometrico. Occhio anche ad Asbel Kipsang che è esordiente ma è accreditato di un tempo inferiore all’ora sulla mezza maratona”. Attenzione anche al keniano William Kibor, che potrebbe venire fuori alla distanza.

Nel presentare la gara Fulvio Massini ha messo in luce anche i due atleti che svolgeranno il compito di pacer: “Kipkemei Mutai col n. 7 è la lepre che tirerà fino al 30° km, mentre Emmanuel Sikuku si fermerà al 25°. Per entrambi abbiamo chiesto un ritmo sui 3’00, massimo 3’02” al km. Vogliamo una gara veramente veloce”.

GLI ITALIANI

Per l’Italia è la vivacità e la simpatia di Domenico Ricatti ad esplodere in sala: “Voglio ringraziare la Firenzemarathon per avermi dato questa opportunità. Qui mi sento già a casa – le parole dell’azzurro -. In mezzo a tutti questi fortissimi atleti africani mi viene da dire che ‘se fossero alberi sarei ora in una selva oscura’. Battute a parte con questa maratona mi rimetto in gioco. Dopo la delusione degli Europei di Zurigo dove mi sono ritirato e dove comunque ero in una forma incredibile sono seguite settimane di delusione, anche mentale. La parola per domani è ‘riscatto’. Voglio godermi questa gara e provare i brividi nel riabbracciare il pubblico nel finale”.

Francesca Canepa è alla sua prima maratona, esordio assoluto. Ma attenzione, la ragazza ha esperienza e chilometri nelle gambe da vendere. Un percorso inverso il suo che arriva dalle lunghe distanze, dalle ultramaratone ma soprattutto dagli ultra trail dove con le vittorie al Tor Des geants da 330km e Ultra Trail de Mont Blanc da 160km è la regina italiana assoluta. “Conosco poco questo mondo ‘della strada’ – ammette Francesca – e mi sta affascinando sempre più. Ho corso la 100km del Passatore e vinto la 100km Torino-Saint Vincent in circa 8ore 30’. Ora esordio in maratona, credo e spero di stare sotto le 3 ore. Faccio questa nuova esperienza perché voglio provare a capire il mio limite ‘di velocità’, voglio provare a essere regolare nel ritmo, cosa impossibile nelle gare in montagna per via dei forti dislivelli e diversi terreni che si incontrano”.

Nell’ambito della stessa conferenza è arrivato anche il saluto del generale Calogero Cirneco vicepresidente di Firenze Marathon: “Auguro a questi meravigliosi atleti di fare una splendida gara. Si sono allenati molto per essere qui nelle migliori condizioni, noi ci abbiamo messo il cuore per organizzare la migliore maratona possibile. E’ la più folta rosa di top runner che abbiamo mai preparato, un altro motivo per dire che la Firenzemarathon è sempre più importante e cresce sempre di più, anno dopo anno”. Ha dato il suo benvenuto agli atleti anche Remo Pavia, responsabile del Marathon Expo.

Foto: ufficio stampa

Print Friendly, PDF & Email

Translate »