energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Poesia: Fondo Mario Luzi esposto per la prima volta al pubblico Cultura

Firenze – Una selezione piccola, ma significativa, del ricco materiale raccolto nel Fondo Mario Luzi è stata esposta oggi domenica 28 febbraio  per la prima volta al pubblico in Palazzo Panciatichi, sede del Consiglio regionale, in occasione della giornata “Palazzo aperto ai poeti – Omaggio a Mario Luzi”.

Il Fondo Mario Luzi, riconosciuto di notevole interesse culturale nel 2011, è stato acquistato dalla Regione Toscana nel 2015 e fa parte del patrimonio della Biblioteca del Consiglio regionale. E’ stato depositato presso l’Archivio Contemporaneo “A. Bonsanti” del Gabinetto G.P. Vieusseux, dove, una volta completati i lavori di ordinamento e catalogazione, sarà reso disponibile al pubblico.

Il Fondo è costituito dalle carte e dai libri del grande poeta toscano, che ne documentano l’intera produzione letteraria: non solo testi poetici, ma anche opere in prosa e testi per il teatro, i suoi numerosi saggi, gli scritti d’arte, vari contributi pubblicati su riviste e cataloghi d’opere artistiche, le interviste. Tra i circa cinquemila volumi, molte le raccolte di poesia, spesso con dediche autografe di protagonisti dell’ermetismo fiorentino, ma anche di numerose altre personalità di primo piano della cultura contemporanea.

Tra i nomi che maggiormente ricorrono nelle varie carte (corrispondenza, documenti personali, agende, fotografie) quelli di Alessandro Bonsanti, Vasco Pratolini, Alfonso Gatto, Carlo Cassola, Mario Tobino, Alessandro Parronchi, Romano Bilenchi, Piero Bigongiari, Carlo Betocchi, Giorgio Caproni.

La documentazione attesta l’intensità e la continuità delle relazioni e delle amicizie intessute da Luzi, i suoi molteplici interessi, la sua attenzione costante per le giovani generazioni.

Ecco in dettaglio i materiali esposti:

«Il Feroce», 1931. Rivista liceale con le prime prove poetiche di Mario Luzi.
Mario Luzi, Angelo Maria Ripellino e Giuseppe Ungaretti in occasione del Premio «Etna-Taormina», 1966 [fotografia]
Mario Luziinsieme a Rafael Alberti in occasione della mostra Non sono mai andato a Granada, Firenze, Galleria d’Arte Moderna «L’Indiano», 15 maggio 1975 [fotografia]
Agenda 1977, con appunti di lavoro di Mario Luzi
Giorgio Albertazzi, Mario Luzi, Orazio Costa Giovangigli in occasione della
conferenza stampa su Rosales, 1983 [fotografia]
Agenda 1993, con appunti di lavoro di Mario Luzi
Agenda 1997, con appunti di lavoro di Mario Luzi
Mario Luzie Mario Francesconi mentre osservano il ritratto del poeta ad opera di Venturino Venturi, 2003-2004 [fotografia]
Il Presidente Carlo Azeglio Ciampi accoglie il Senatore a vita Mario Luzi, Palazzo del Quirinale, 15 dicembre 2004 [fotografia]

Didascalie per libri

Vasco Pratolini, Il tappeto verde. Firenze, Vallecchi, 1941
Dedica autografa dell’autore : «A  Mario / il suo Vasco / maggio ’41».
Romano Bilenchi, Dino e altri racconti.  Firenze ,Vallecchi, 1942
Dedica autografa dell’autore: «A Mario in ricordo / di sette ani d’affettuosa / amicizia / Romano / Firenze 28 novembre ‘42».
Tommaso Landolfi, Le due zittelle. Milano, Bompiani, 1946.
Dedica autografa dell’autore: «A Mario L. / dal suo affezionato / tom l.».
Mario Tobino, Due italiani a Parigi. Firenze : Vallecchi, 1954 (Letteratura contemporanea)
Dedica autografa dell’autore : «A / Mario Luzi / affettuosamente / dal suo / Mario Tobino / 24-3-1954».
Gianna Manzini, Allegro con disperazione. Milano : A: Mondadori, 1965. (Narratori italiani, 138)
Con sovraccoperta. Dedica autografa dell’autore: «Caro Luzi / sono la sua vecchia / amica/ Gianna Manzini / 29 ottobre 1965».
Alessandro Bonsanti, Racconto militare, prefazione di Gianfranco Contini. Milano : A. Mondadori, 1968 (Narratori italiani ; 170)
Con sovraccoperta. Dedica autografa dell’autore: «A Mario / il suo Sandro / 16 aprile 1968».

Print Friendly, PDF & Email

Translate »