energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pokemon Go, da Firenze l’allarme: zone proibite come Aeroporto e Santa Maria Novella Breaking news, Cronaca

Firenze – Lo spunto arriva dalla Germania al fine di realizzare aree riservate “Pokemon Go free”, ma anche in Italia si sono verificate situazioni estreme. Proprio a Firenze nei giorni scorsi una ragazza al volante di una autovettura ha imboccato l’autostrada contromano e si è giustificata dichiarando di essere alla ricerca di Pokemon assieme al fratello, entrambi sarebbero stati sorpresi al cellulare dagli agenti.
A lanciare la proposta-provocazione è la consigliera comunale di Palazzo Vecchio Miriam Amato. “Vietare il gioco dei Pokemon e realizzare delle aree riservate “Pokemon Go free” in città, in particolare all’aeroporto di Peretola, alla stazione S.M.Novella e anche in altre aree cittadine sensibili o inopportune, come i cimiteri” chiede la consigliera di Alternativa Libera.

Amato lancia un vero e proprio allarme, con una interrogazione in Consiglio Comunale, sottolineando che “le autorità tedesche hanno recentemente deciso di intervenire sulla Nintendo – scrive la consigliera nell’interrogazione – per cancellare i Pokemon, i mostriciattoli del gioco di realtà virtuale per smartphone tanto di moda negli ultimi tempi, che sono sparsi nelle aree di sicurezza degli aeroporti di tutta la Germania“.

“A quanto riferisce la Bbc – ricorda la consigliera – in Germania il gioco ha causato casi di mancato rispetto dei controlli di sicurezza e l’apertura di porte d’emergenza in diversi scali da parte di persone alla ricerca degli stessi Pokemon. Sempre in Germania – continua Amato – è accaduto che un 22enne ubriaco si è spinto fin sui binari della ferrovia all’inseguimento di un Pokemon e per trarlo in salvo sono dovuti intervenire gli agenti di polizia e il traffico ferroviario ha subito ritardi per alcune ore. La tentazione di giocare a Pokemon – aggiunge ancora – non risparmia neppure i luoghi di sepoltura dei defunti, come è accaduto ad esempio al Cimitero Nazionale di Arlington, fuori Washington”.

“Con l’interrogazione chiedo al sindaco se intende prendere l’esempio positivo della Germania e muoversi e impegnarsi presso le autorità competenti verso Nintendo – conclude Amato – per impedire che la gente si metta nei guai o faccia scattare allarmi, andando dove non dovrebbe, pur di conquistare punti al gioco”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »