energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Polizia municipale Figline, cambio ai vertici Cronaca

E’ iniziato con due importanti cambiamenti il 2013 della Polizia municipale, che nel giro di pochi giorni ha salutato il comandante Roberto Panasci (in carica dal 2007 e andato in pensione il 31 dicembre scorso) e interrotto la collaborazione con Rignano che ha invece deciso di gestire il servizio insieme al’Unione dei Comuni Valdarno-Valdisieve.

“Prima di tutto un sincero ringraziamento a Roberto Panasci – hanno detto i sindaci Nocentini e Giovannoni e gli assessori Raspini e Di Stefano  -, il suo impegno è stato molto apprezzato e ci ha permesso anche di rendere più capillare il controllo sul territorio sotto varie forme: collaborare con lui è stata una bella esperienza sia sotto il profilo professionale che umano. Il caso ha poi voluto che lo stesso giorno ‘andasse in pensione’ anche il Servizio associato di Polizia municipale, che vedrà comunque proseguire la collaborazione tra Figline e Incisa nell’ottica della fusione ma senza l’apporto di Rignano”.

Intanto il nuovo comandante è già entrato in servizio. Daniele De Sanctis, romano classe 1968, vanta un curriculum di grande spessore con incarichi anche in comuni di grandi dimensioni. Prima di arrivare in Valdarno è stato vicecomandante per sei mesi a Ercolano (Na), mentre dal 2010 al 31 maggio 2012 ha prestato servizio come comandante a Pietrasanta (Lu), dove ha ricevuto anche un encomio solenne per le attività di soccorso svolte in occasione delle alluvioni che colpirono la Lunigiana nell’autunno 2011. Laureato in Giurisprudenza a “La Sapienza” di Roma, De Sanctis punterà molto sul rapporto di prossimità con i cittadini e i primi effetti sono già riscontrabili: apertura con orario continuato degli uffici del Comando di Figline e reperibilità h24 per chiamate in arrivo sul centralino anche fuori l’orario di servizio: “A Figline e Incisa ho trovato colleghi molto motivati – ha spiegato il comandante De Sanctis -, quindi basteranno piccolissimi aggiustamenti per portare grandi benefici nel rapporto con i cittadini. Inoltre cercheremo di investire sulle dotazioni tecnologiche, perché il controllo del territorio passa anche dall’uso di smartphone e  applicazioni che permettono agli uffici comunali di essere sempre in rete riducendo i tempi di intervento a beneficio dei cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »