energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Polo industriale Cevital di Bejaia: modello da replicare a Piombino Economia

Bejaia (Algeria) –  Dopo le tappe in Tunisia, prosegue la missione del  presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi in Nord Africa, alla volta dell’Algeria, a Bajaia –  dove ha sede il polo alimentare e logistico della multinazionale algerina Cevital -,  accompagnato dal suo presidente Isaad Rebrab.” Com’è oggi a Bejaia domani sarà a Piombino”. Così la Regione sintetizza, in una nota, il senso della missione di Rossi per prendere contatto diretto con la realtà industriale del Gruppo Cevital che a fine giugno scorso ha acquisito gli impianti della ex Lucchini di Piombino. Oggi Rossi visiterà la vetreria MFG.

La piattaforma agro-alimentare di Cevital a Bejaia in Algeria con annesso stabilimento produttivo si presenta come un insediamento imponente, capace di dare lavoro a oltre 3.500 addetti. E’ qui che attraccano, nel porto privato, le cinque navi mercantili della piccola flotta Cevital che fanno la spola principalmente con il Brasile per far arrivare nel paese maghrebino soprattutto zucchero, olio, margarina e grano, che vengono lavorati sul posto e subito indirizzati verso le città tramite una rete ferroviaria che arriva fino sulle banchine. Il polo Cevital trasforma circa 10 milioni di tonnellate di prodotti all’anno.
E’ il modello che si vuol replicare a Piombino e al quale si sta lavorando anche a Livorno, un processo logistico integrato che comprende, senza interruzioni o cesure, il traffico marittimo, la manifattura e la distribuzione tramite la rete ferroviaria.

“Ho avuto una guida eccezionale ha spiegato ieri Rossi in missione a Bajaia, prima di ripartire alla volta di Algeri – che mi ha illustrato punto per punto le caratteristiche di questo polo dell’agroalimentare e della logistica. Ho avuto così modo di vedere e toccare con mano ciò che ha intenzione di fare in Toscana. Da questa visita esce pienamente rafforzato il progetto che riguarda il futuro del porto e della città di Piombino compreso quello di migliaia di posti di lavoro”.
Rossi ha parlato quindi di sicure prospettive di crescita di quello scalo e di impiego dei lavoratori nell’indotto.

Rossi e presidente Cevital“Piombino per la sua posizione – ha sottolineato Rossi – rappresenta il ponte di Cevital verso l’Europa e la Toscana ne esce confermata come il porto del Mediterraneo, con una soluzione vincente e strategica per il futuro, grazie agli investimenti e alle scelte infrastrutturali che abbiamo compiuto”.
Monsieur Rebrab (nella foto con Rossi) ha confermato che la decisione di portare i fondali a 18 metri di profondità e di realizzare la nuova banchina hanno cambiato la capacità competitiva di Piombino rispetto a quella di altri porti italiani.

La piattaforma logistica di Bejaia è considerata da Isaad Rebrab il suo fiore all’occhiello tanto da dedicare alla visita l’intera mattinata. Il presidente di Cevital ha mostrato e spiegato l’intera filiera produttiva e logistica illustrando al presidente Rossi tutti gli investimenti per decine di milioni di euro operati in quest’area dal 1998 ad oggi, con il completo ammodernamento delle banchine e dell’area retroportuale.

Il presidente Rossi nella serata di ieri è rientrato ad Algeri. Oggi visiterà, sempre accompagnato da monsieur Rebrab, la MFG, la più grande vetreria del Nord Africa che appartiene al gruppo Cevital ed è situata a Larbaa, a non molti chilometri dalla capitale.

Foto: Bejaia, area portuale

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »