energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

PONTASSIEVE – Energia per lo sviluppo: cooperazione in Senegal My Stamp

Energia per lo sviluppo: cooperazione e solidarietà Portare luce nei villaggi del Senegal: progetto di privati con il sostegno degli enti locali Si chiama MorModou2012 è il nuovo progetto organizzato dal gruppo Energia per lo sviluppo di Pontassieve dedicato a Samb Modou e Diop Mor, i due senegalesi vittime della strage del 13 Dicembre 2011 in piazza Dalmazia a Firenze. Il progetto – organizzato dall’associazione Energia per lo sviluppo di Pontassieve insieme al gruppo donatori di Sangue e sostenuto da Provincia di Firenze, Publiacqua e Comune di Pontassieve – avrà come beneficiaria la Comunità Rurale di Merina Dakhar, nella regione di Thies (Senegal). In questa regione dell’Africa, saranno realizzati dieci impianti fotovoltaici al servizio di zone urbane esterne e di alcuni piccoli edifici pubblici in dieci diversi villaggi, oltre all’elettrificazione di un pozzo esistente (attualmente ad estrazione manuale) nel villaggio di Dalak2, che consentirà l’irrigazione di un’area coltivata in prossimità del villaggio. Il progetto ha un costo complessivo di circa 60.000 finanziati per circa la metà dagli enti (Contributo provinciale di 10.000 euro e dall’Associazione Water Right Foundation 20.000 euro) mentre il restante importo deriva direttamente dalla attività della stessa associazione tramite donazioni di privati e raccolte fondi in occasioni di cene e occasioni pubbliche. La spedizione partirà per l’Africa il 2 febbraio con i tecnici che allestiranno i vari cantieri in Senegal. Nella giornata di ieri (foto allegata) si è svolta a Pontassieve una riunione tra l’associazione, la provincia di Firenze – rappresentata dal consigliere Stefano Fusi – e il Comune di Pontassieve con l’assessore alla cooperazione internazionale Alessandro Sarti, dove è stato ufficializzato il partenariato al progetto. “Con questa iniziativa – spiega Stefano Fusi, consigliere provinciale – proseguiamo le iniziative in favore del Senegal paese con il quale intratteniamo rapporti da 10 anni. Inoltre il progetto ha anche una forte importanza per le tecnologie e l’uso di energie rinnovabili che saranno utilizzate per l’intervento”. “Ringraziamo gli enti locali che sostengono questo spirito di cooperazione che ci anima ormai da qualche anno – spiega Fabrizio Chelli dell’Associazione Energia per lo sviluppo – Anche questo progetto, dà valore al nostro territorio. Un ringraziamento a tutti i cittadini e a le aziende che con la loro sensibilità ci permettono di poter rispondere e poter a far fronte agli impegni presi con la Comunita' di Merina Dakhar. Tale coinvolgimento dimostra quanto sia sensibile la nostra comunità nei confronti di popoli più deboli. “Sono iniziative come questa – ha concluso Alessandro Sarti – che rendono forte la nostra comunità e danno lustro agli stessi enti locali. All’Associazione energia per lo sviluppo grande riconoscenza per l’impegno appassionato e gratuito e le energie che mettono in campo” Per sostenere l’iniziativa e per avere maggiori informazioni sul progetto www.energiaperlosviluppo.org

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »