energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Pontassieve, tre fontanelli, meno un milione e mezzo di bottiglie di plastica Ambiente, Notizie dalla toscana

Pontassieve – Fontanelli pubblici amici dell’ambiente: nero su bianco, fanno sapere dal Comune di Pontassieve, i tre fontanelli situati nelle frazioni di Sieci, Molino del Piano e Montebonello (senza dimenticare quello presente a Pontassieve in piazza Mosca, il cui gestore è Publiacqua, mentre i primi tre sono gestiti dall’azienda Fridom) hanno portato a un forte risparmio in termini di bottiglie di plastica.  Limitandoci ai primi tre fontanelli, dalla loro apertura avvenuta a qualche mese di distanza tra il 2016 e il 2017, l’erogzione di acqua naturizzata è stata pari a 2.159.342 litri, l’equivalente di 1.437.561 bottiglie da 1,5 litri.  Analizzando i dati emerge che, oltre ad un “risparmio” che si avvicina al milione e mezzo di bottiglie, si evita l’immissione nel ciclo dei rifiuti di 28.800 kg di plastica a cui corrisponderebbero 172.087 kg di emissioni di anidride carbonica nell’aria. Un utilizzo sempre crescente da parte dei cittadini, testimoniato anche dal consumo medio giornaliero che supera i 1000 litri al giorno al fontanello di Piazza Chiari a Sieci.

“Dati alla mano, riteniamo importante aggiornare la cittadinanza rispetto al successo ambientale di quello che ne 2016 avviammo come un esperimento – spiegano l’Assessore all’Ambiente Carlo Boni e l’Assessore alla Sostenibilità e Transizione Jacopo Bencini – alla base di questa buona riuscita la sensibilità e collaborazione da subito dimostrate dai tanti cittadini-utenti, che non solo utilizzano i fontanelli rinunciando all’acquisto di acqua in plastica, ma aiutano il Comune e l’azienda Fridom nella quotidianità, segnalando malfunzionamenti e cattivi utilizzi da parte di cittadini meno attenti. Per il futuro prossimo – come espresso nel nostro programma elettorale – è allo studio la possibilità di realizzare sul territorio altri impianti secondo modalità di partenariato pubblico-privato simili a quelle messe in atto dal 2016, e in questo senso abbiamo già avviato un tavolo di lavoro tecnico verso nuove installazioni, da concordare con i partner privati”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »