energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ponte Vecchio, tantissimi a pranzo per Grisciano Breaking news, Cronaca

Firenze – Associazione Ponte Vecchio chiama, Firenze risponde. Il greto dell’Arno si popola dalla mattina per il grande pranzo (oltre 450 persone) che l’associazione Ponte Vecchio, con il patrocinio della Regione Toscana,  ha organizzato in solidarietà al paese di Grisciano, colpito duramente nell’ultimo scisma che ha devastato il Centro Italia.

Una solidarietà fattiva e concreta di cui il pranzo di oggi è solo l’ultima tappa, come spiegano la presidente dell’associazione, Laura Giannoni Peruzzi e i consiglieri della stessa. L’evento non è un “unicum”, ma fa parte di un sistema di solidarietà che vuole essere vera e concreta e che sta andando avanti da mesi. L’occasione per l’intenso “gemellaggio” è scaturita da un membro dell’associazione stessa che conosce molto bene la comunità devastata dal terremoto e i luoghi, incantevoli, del sisma. Un rapporto individuale che si è trasformato in una vera e propria “presa a cuore” di tutto il gruppo.

giani giannoni“Fin dall’inizio abbiamo pensato che rivolgersi alla Regione sarebbe stata la scelta più appropriata – dice la presidente dell’Associazione Laura Giannoni Peruzzi– in quanto ci piaceva fosse proprio la Toscana come territorio ad esprimere la vicinanza a Grisciano, inviando il messaggio di solidarietà fra Firenze e la Toscana e la comunità così tremendamente colpita dall’evento sismico. Abbiamo trovato la pronta disponibilità da parte dell’ente, non solo col patrocinio all’iniziativa, ma anche con la partecipazione fisica del Presidente dell’assemblea regionale Eugenio Giani, cui dobbiamo dare atto della profonda attenzione non solo alla nostra associazione, ma anche a tutti coloro che lavorano per la valorizzazione della città e del suo ruolo”. Il presidente ha partecipato al pranzo prima di partire, come aveva annunciato in un incontro con la stampa, “per San Ginesio, nelle Marche, altro territorio duramente colpito e gemellato con Siena”. Quanto all’iniziativa, Giani ha ricordato che si tratta di eventi che “danno il senso di un’Italia di mezzo che vede la Toscana particolarmente partecipe e coinvolta con la solidarietà”.

 

Regina del menù odierno, naturalmente, la “pasta alla gricia”, detta anche “amatriciana bianca”, mentre sono state approntate anche “buste a tema”, con  prodotti tipici delle zone “griscianesi”.

 

per grisciano 3

Print Friendly, PDF & Email

Translate »