energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Prato, bracconieri colti sul fatto Notizie dalla toscana

Il tutto è stato messo a segno nei giorni scorsi all'interno di una zona di ripopolamento del Monteferrato, subito sopra l'abitato di Figline, un'area boschiva particolarmente frequentata da cervi, caprioli e cinghiali ma anche da cercatori di funghi. L’attività di indagine della Polizia provinciale di Prato ha permesso l'individuazione di sette micidiali lacci in cordino di acciaio, strumenti estremamente cruenti che portano alla morte, fra profonde sofferenze, dell’animale che vi rimane intrappolato. Proprio in uno di questi lacci gli uomini della Polizia hanno rinvenuto già morto un esemplare di cervo di circa 70 chili, ed è a questo punto che è scattato l'appostamento per cogliere sul fatto gli autori. Dopo alcune ore è infatti arrivata una prima persona che ha liberato il cervo dal laccio e ha proceduto alla sua eviscerazione sul posto, poi si è allontanato nuovamente per ricomparire al calare del buio in compagnia di una seconda persona che nei piani lo avrebbe dovuto aiutare a portare via il povero animale. L'intervento degli agenti della Polizia provinciale ha colto in flagranza i due bracconieri che sono stati identificati e denunciati alla Procura per esercizio di caccia con mezzi vietati e in zona di ripopolamento e cattura, nonché per uccisione di animali e furto ai danni dello Stato.


Insieme ai lacci sono state rilevate anche due grosse e pericolosissime tagliole dentate a scatto che si sarebbero azionate con il passaggio della preda, ma anche degli inconsapevoli fruitori del bosco, dato che l'area nella quale sono state ritrovate risulta frequentata anche per svago o per la ricerca di funghi.

La Polizia provinciale di Prato con questo nuova operazione aggiunge un altro importante tassello all’attività principale di tutela della fauna e di contrasto al bracconaggio. Si ricorda che per qualsiasi segnalazione da parte dei cittadini, per fornire informazioni e ricevere richieste e/o segnalazioni, è attivo il numero di telefono 337-317977 o il sito internet della Provincia (www.provincia.prato.it).  (comunicato)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »