energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Prato, Gestri soddisfatto per il protocollo Italia – Cina contro criminalità Notizie dalla toscana

 

 “La firma di un Protocollo Italia-Cina contro la criminalità, annunciato ieri il ministro Cancellieri a margine del suo incontro  con il vicegovernatore della provincia dello Zhejang, davvero apre una nuova fase nel contrasto all’illegalità. La fondamentale collaborazione con il Governo cinese e un accordo prefigurano uno scenario nuovo anche per Prato: una intesa del genere consente di affrontare alcune problematiche alla radice. Dobbiamo far capire al ministro che sosteniamo con convinzione questa strategia, chiederò un intervento bipartisan dei nostri parlamentari – sottolinea Gestri – la nota del Viminale parla chiaramente di un protocollo di cooperazione in materia di sicurezza per contrastare congiuntamente il crimine organizzato, i finanziamenti illeciti, la contraffazione dei marchi industriali, il traffico di sostanze stupefacenti, l’immigrazione illegale e i danni ad essi connessi. Certo interessante è anche l’ipotesi di distacco in Italia di ufficiali di collegamento cinesi che possano collaborare con le nostre forze di polizia in materia investigativa e in operazioni di accertamento della nazionalità”.
“Come per i progetti di integrazione anche per il contrasto all’illegalità la collaborazione con le istituzioni cinesi resta un tassello fondamentale”, afferma Gestri che, intanto, chiede di “andare alla definizione di un nuovo Patto per Prato sicura”. “E’ urgente andare alla sottoscrizione di un nuovo Patto per Prato sicura con il ministro dell’Interno che rafforzi e renda più efficaci le dinamiche di contrasto all’illegalità cinese.  Stiamo già lavorando, con il coordinamento del prefetto in questa direzione e ci impegneremo tutti per accelerare. L’impegno concertato delle amministrazioni locali, delle forze dell’ordine e di tutti i protagonisti del Patto ha dato risultati ma occorre riflettere per garantire effettiva efficacia”. Gestri ritiene “necessarie nuove strategie che non possono essere solo locali e soprattutto la garanzie di personale e strumenti adeguati per le forze dell’ordine e per gli uffici dello Stato. Per garantire tutto ciò non c’è  bisogno di una legge speciale sulla cui utilità complessiva, comunque, sono disposto a confrontarmi”. (COM)      
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »