energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Prato ha ricordato l’inventore della cambiale Notizie dalla toscana

Come da tradizione e' stato commemorato ieri a Prato, l'anniversario della morte dell’inventore della cambiale, Francesco Datini, avvenuta il 17 agosto 1410. A deporre la corona di alloro al monumento a Francesco Datini in piazza del Comune c'erano l'assessore Adriano Ballerini, il direttore della Fondazione Datini Giampiero Nigro, il presidente della Casa Pia dei Ceppi, fondata da Datini, Filippo Boretti, e la direttrice dell'Archivio di Stato Maria Raffaella de Gramatica. Subito dopo nella chiesa di San Francesco e' stata celebrata la messa di suffragio. Francesco di Marco Datini (Prato, 1335-16 agosto 1410) e' stato un mercante italiano, detto spesso il Mercante di Prato. La sua importanza e' legata al ricchissimo archivio di lettere e registri da lui lasciato e ritrovato nel XIX secolo in una stanza segreta del suo Palazzo e che oggi consente di analizzare compiutamente la vita e gli affari di un mercante operante nella seconda meta' del XIV secolo. Datini e' considerato l'inventore dell'assegno e della lettera di cambio, l'odierna cambiale.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »