energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Prato: Vescovo appena arrivato annuncia Visita Pastorale Notizie dalla toscana

Ad un mese soltanto dal suo arrivo a Prato il neo Vescovo Agostinelli fa un annuncio a sorpresa e inaspettato, quanto coraggiosa: ”Annuncio a tutti un capitolo del mio ministero in mezzo a voi: la Visita Pastorale. Sarà l’occasione per incontrare e conoscere la Chiesa pratese in tutte le sue dimensioni”. Nel giorno della festa del patrono, Santo Stefano, il vescovo i annuncia che nel 2014, a conclusione dell’Anno della Fede, inizierà un viaggio di conoscenza della diocesi visitando tutte le parrocchie pratesi. Un impegno che lo porterà a incontrare anche tutti gli organismi di partecipazione ecclesiale, dalle associazioni cattoliche a tutti coloro che sono impegnati nel volontariato e nei vari ambiti della pastorale diocesana.

Ma non solo, il Vescovo nella sua omelia ha comunicato l’intenzione di “incontrare la realtà pratese nel suo insieme, sempre che mi vogliate accogliere – ha aggiunto –, dalle istituzioni che governano la città e il territorio, al mondo della cultura, della scuola, del lavoro, della sanità”.

Mons. Agostinelli ha ammesso che si tratterà di “un percorso impegnativo, ma saranno fatiche riposanti, perché ci permetteranno di incontrare tante brave persone, di buona volontà”. Lo stile di questo viaggio è sintetizzato dal Presule con una immagine evangelica: “Io sto alla porta e busso, se qualcuno mi apre entrerò e cenerò con lui, potremo confrontarci e condividere, ciascuno per la parte che gli compete, un tratto di cammino”.

L’omelia di Santo Stefano a Prato è sempre molto attesa e mons. Agostinelli ha ammesso di essere stato messo al corrente di queste aspettative ma ha tenuto a precisare: “Vi dico subito che non sono l’oracolo; non voglio esserlo non potrei esserlo perché sono l’ultimo arrivato e come tale il più disinformato sulle vicende di questa città, anche se ho cercato di tenere gli occhi e le orecchie aperte per capirne di più”. Le prime parole del Pastore sono state per la Chiesa pratese e per i compiti che l’attendono nell’immediato futuro:”Occorre risintonizzare il nostro linguaggio – ha detto mons. Agostinelli – leggere attentamente le nuove esigenze; questo tempo ci impegna a trovare nuovi percorsi, a passare da una pastorale di sacramentalizzazione ad una pastorale di evangelizzazione”.

Una conversione pastorale che secondo il Vescovo è necessaria per trovare la strada verso il bene comune, per “uscire dalle secche di tante difficoltà morali e sociali, un invito a pensare e trovare nuove prospettive per un riscatto possibile”.
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »