energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Firenze, due cariche sui migranti che vogliono partecipare al vertice Breaking news, Cronaca

Firenze – Nessuna chance: i migranti che vogliono partecipare con una delegazione al vertice che si è tenuto in prefettura, oggi, in cui si decide come gestire una situazione che, dopo la morte di un uomo di 44 anni, Alì Muse, somalo, nell’incendio dell’ex-mobilificio Aiazzone a Sesto, rischia di esplodere, non possono far parte del tavolo. La richiesta, sostenuta anche dal Movimento di Lotta per la Casa e dal tentativo di entrare in Prefettura, finisce con due cariche di alleggerimento con cui la polizia allontana i manifestanti troppo a ridosso del portone. Almeno un contuso fra i manifestanti. E’ il momento culmine di una giornata in cui la tensione si scarica in questo tentativo di entrare fra le parti sedute al tavolo, i sindaci del territorio fiorentino, dal momento che in quel tavolo si decide come gestire il futuro, almeno quello immediato, di queste persone.  Un tavolo che, nel primo pomeriggio, trova l’accordo che verrà messo in atto da lunedì prossimo (per ora le persone sono ospitate al Palasport di Sesto). Si tratta di una sorta di accoglienza diffusa, per piccoli gruppi, fra Bagno a Ripoli,  Firenze, Signa, Calenzano, i comuni della città metropolitana che hanno dato il loro placet all’invio di piccoli gruppi di migranti. “Non esiste una soluzione stabile e duratura per tutti, ma ogni comune ha fatto il suo sforzo per trovare strutture dove ospitare alcuni degli stranieri e gestire così l’emergenza”, ha spiegato il sindaco di Sesto Lorenzo Falchi. Le persone identificate dalla polizia municipale sestese sono 102, fra cui nove richiedenti asilo che entrano nello Sprar fiorentino, più una persona che è già stata accolta in un centro. Un sit-in tiene dietro all’azione di polizia, poi il rientro verso Sesto e lo scioglimento pacifico della manifestazione.

Foto: dal sito del Movimento di Lotta per la Casa Firenze

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »