energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Premio Tattarillo, ecco tutti i vincitori Innovazione

Un filtro per eliminare l’arsenico nell’acqua in India, la gestione di un mercato in Mozambico, una protesi per la mano a basso costo per i paesi in via di sviluppo: sono questi i tre progetti vincitori della sesta edizione del Premio Tattarillo, organizzato dall’assessorato comunale all’Ambiente e dall’associazione Ingegneria Senza Frontiere, con l’obiettivo di favorire l’avvicinamento degli studenti universitari al mondo della cooperazione internazionale. Anche quest'anno c’è stata grande partecipazione all’iniziativa, nata nel 2007 per ricordare Tommaso Fiorentino, studente di ingegneria ambientale scomparso in un incidente d’auto: hanno partecipato 43 tesi provenienti dall'Italia e dall'estero (Usa, Siria, Egitto, Senegal, Corea del Sud). La premiazione si è tenuta ieri in Palazzo Vecchio, presenti l’assessore all’Ambiente Caterina Biti, i rappresentanti di “Ingegneria Senza Frontiere” e i genitori di Tommaso Fiorentino.
Ai tre vincitori sono stati assegnati altrettanti premi da mille euro, uno dei quali diviso a pari merito tra 2 tesi; inoltre sono stati assegnati un premio speciale del Comune di Firenze, la medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica Napolitano e la menzione speciale di Ingegneria Senza Frontiere.

Tutte interessanti e soprattutto utili le idee arrivate: dalla bicicletta che potabilizza l’acqua con sale da cucina, al filtro per eliminare l’arsenico nell’acqua attraverso polveri di ossa di mucca carbonizzate, ai progetti per costruzioni in bambù, per fitodepurazione e itticoltura, fino alle protesi di gambe e mani a bassissimo costo (30 euro). Dalla prima edizione hanno partecipato al premio circa 200 tesi, cui molte dall'estero; facoltà principali ingegneria, architettura, agraria.
“Sono molto colpita dai progetti partecipanti, che portano idee concrete per migliorare la vita dei cittadini nel sud del mondo – afferma l’assessore Caterina Biti – Idee a volte sorprendenti ma sempre pensate con ingegno e spirito di collaborazione, che mi auguro possano trovare davvero una realizzazione pratica. Il Comune sostiene con convinzione questa iniziativa, che rappresenta un vero fiore all’occhiello per la nostra città”.

I vincitori del premio sono Laerke With Nedergaard, Cecilie Nethe Ramskov-Andersen & Alexander Holm Koch (Techinal University della Danimarca); Alessia Casturà (Università di Trento); Leonardo Cappello (Università di Firenze) e Massimo Polisiero (Università di Napoli Federico II); la medaglia del Presidente della Repubblica è andata a Carlotta Fabbri (Università di Bologna); il premio speciale del Comune di Firenze a Riccardo Lazzerini (Università di Firenze); la menzione speciale di Ingegneria Senza Frontiere a Francesco Rosati (Università di Bologna).
“Il premio – sottolinea Giulio Castelli, presidente di Ingegneria Senza Frontiere Firenze – rappresenta ormai un momento fondamentale per la nostra associazione. Vorrei ringraziare tutti i sostenitori, per primi il comune di Firenze ed il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che anche quest'anno ha confermato il suo supporto al nostro premio; un ringraziamento va, inoltre, ai docenti dell'ateneo fiorentino che quest'anno hanno fornito un supporto significativo nella valutazione delle tesi. Crediamo che sia un bel traguardo, indice che l'impegno e la riuscita delle proprie attività non dipendono da una laurea conseguita o dalla propria età, ma dalla forza delle proprie idee e dalla comunanza di intenti”.

“Il Tattarillo è un’occasione per me insostituibile – spiega il padre di Tommaso, Michele Fiorentino – non solo per ricordare mio figlio, ma specialmente perchè mi dà l'opportunità di ricordarmi e di far ricordare che nel mondo c'è tanta gente che ha poco e poco ci chiede per una vita dignitosa. Aiutando loro si aiuta noi stessi ad essere meno superficiali. Andiamo tanto di corsa che non ci siamo ancora accorti che li abbiamo doppiati e che lo vogliamo o no… siamo già accanto agli ultimi”.

Ecco tutti i premi e le motivazioni ufficiali

premio € 1.000 – Laerke With Nedergaard, Cecilie Nethe Ramskov-Andersen & Alexander Holm Koch
Bachelor in Environmental Engineering , Technical University of Denmark (DTU)
"PARTICIPATORY DESIGN AND DEVELOPMENT OF HOUSE-HOLD FILTER FOR ARSENIC REMOVAL IN WEST BENGAL, INDIA"
Commento: centra in pieno il senso del premio, ascolto necessità, materiali di facile reperibilità e tecnologie appropriate.

premio € 1.000 – Alessia Casturà
Ms in Ingegneria edile/architettura Facoltà degli studi di Trento
"ESPERIENZA DI PIANIFICAZIONE PARTECIPATA IN MOZAMBICO: IL MERCATO DI SENA"
Commento: E' piaciuta molto per l'approccio con il quale viene affrontato il processo decisionale per la pianificazione territoriale della particolare area di un mercato in mozambico

premio € 1.000 da dividere a pari merito:
Leonardo Cappello
Bachelor in Mechanical Engineering, Università degli Studi di Firenze
"THE DESIGN OF LOWER LIMB PROSTHESIS FOR DEVELOPING COUNTRIES"

Massimo Polisiero
Laurea Specialistica in Ingegneria Elettronica Università degli studi di Napoli “Federico II”
"DISPOSITIVO DI SENSING E CONTROLLO PER PROTESI DI MANO LOW-COST DESTINATA AI PAESI IN VIA DI SVILUPPO"
Commento: Entrambe le tesi hanno come argomento le protesi: la prima affronta il tema con un approccio apprezzabile dell'ascolto delle necessità in contesti particolari, la seconda ha una maggiore valenza dal punto di vista
tecnico/scientifico

Medaglia di rappresentanza del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA:
Carlotta Fabbri
Laurea specialistica in Architettura delle Costruzioni Università degli Studi di Bologna , Facoltà di Ingegneria Edile/Architettura
"L'esperienza di Vila Novo Ouro Preto, Belo Horizonte, Brazile: tecnologie in autocostruzione per il rinnovo tipologico e urbano"
Commento: Lo spunto di riflessione che lancia questa tesi è molto interessante, relativamente al problema delle abitazioni in una favela e alla possibilità di migliorarne alcuni aspetti anche attraverso il riutilizzo di materie.

Premio Speciale del COMUNE DI FIRENZE:
Riccardo Lazzerini
Ms in Ingegneria per la Tutela dell'Ambiente e del Territorio Università degli Studi di Firenze
"APPROVVIGIONAMENTO IDROPOTABILE IN AREE RURALI DEL BURKINA FASO: METODI, TECNICHE E TECNOLOGIE APPROPRIATE. Il progetto “Acqua Bene Comune per Tutti – Tougouri” "
Commento: lavoro completo comprendente lo studio e la proposta di linee guida per progetti nell’ambito della gestione delle risorse idriche

Menzione speciale di Ingegneria Senza Frontiere FIRENZE
Francesco Rosati
Ms in Management Engineering Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
"EX-POST EVALUATION OF A HUMAN DEVELOPMENT PROJECT FOR WATER SUPPLY AND FOOD SECURITY OF SUTIABA INDIGENOUS COMMUNITIES, LEÓN, NICARAGUA."
Commento: La tesi dà grande attenzione al concetto di tecnologia appropriata ed affronta la valutazione ex-post, che dovrebbe essere sempre eseguita a fine di un progetto.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »