energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Presidio Brennero, smascherati prosciutti tedeschi e latte polacco Cronaca

Troppi gli orrori agro-alimentari che gli agricoltori hanno visto arrivare in Italia, per cui il presido organizzato al Brennero non smonta e oggi prosegue. Mozzarelle provenienti dalla Germania e destinate alla Sicilia, latte proveniente dalla Polonia e destinato a Brescia, cagliate industriali per fare il formaggio provenienti dal Belgio e destinate a Verona, prosciutti provenienti dalla Germania e destinati a Modena. Sono solo alcuni degli "inganni" smascherati ieir mattina al valico del Brennero dalle migliaia di agricoltori della Coldiretti, guidati dal presidente nazionale Roberto Moncalvo che ha annunciato ieri la proseucuzione del presidio nella giornta di oggi, in collaborazione con le Forze dell'ordine.

Tra i tanti prodotti trasportati dai Tir che entravano nel nostro Paese  – ha sottolineato Coldiretti – i carabinieri dei Nas hanno prelevato dei campioni di prosciutti non timbrati sui quali fare delle analisi.  L'inventario del "falso Made in Italy" stilato al presidio  dalla Coldiretti per difendere l'economia  e il lavoro dalle importazioni di bassa qualità che dopo aver oltrepassato le nostre frontiere vengono spacciate per italiane, conta anche piante olandesi dirette a Latina, fiori prodotti in Equador, transitati in Olanda e diretti in Veneto e in Toscana, patate tedesche destinate a un mercato ortofrutticolo della Sicilia. E’ impressionante – ha conclusoi Coldiretti – la quantità di latte proveniente da Germania e Polonia e destinato a un'azienda di trasformazione bresciana: oltre 100.000 kg in poche ore. Un vero e proprio "furto" ai danni della provincia che rappresenta la “capitale” italiana della produzione di latte.

3 dicembre “Battaglia di Natale” per salvare l’agroalimentare
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »