energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Presidio in via Mannelli degli insegnanti precari Breaking news, Cronaca

Firenze – A parlare, al presidio organizzato stamattina da “Noi Scuola“, insieme ai precari del gruppo “Tre anni per il ruolo” in via Mannelli, davanti all’Ufficio scuola regionale della Toscana,  è Valerio Cai: “Il miraggio dell’immissione in ruolo spinge i precari a rinunciare ai propri diritti”, dice il responsabile di “Noi Scuola”. Ed è un’affermazione grave, che la dice lunga sul senso di svilimento del proprio lavoro che afferra i docenti sottoposti alla gogna del precariato. “È come pagare il pizzo, per capirci”. Qualche numero per afferrare il problema nella sua completezza: gli insegnanti precari in Toscana sono 15mila, e di questi 13mila non sono abilitati. Le rivendicazioni riguardano il diritto a essere pagati come i docenti di ruolo e come i docenti precari di religione cattolica per quanto riguarda malattia, permessi, mesi estivi e anzianità di servizio.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »