energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Previste nuove nevicate sulla Toscana Cronaca

La Protezione civile regionale ha diramato una nuova allerta meteo valida fino alle 12:00 di giovedì 16 febbraio. Sono previste moderate criticità dovute al ghiaccio ed a nuove nevicate, con temperature ancora rigide su tutto il territorio regionale. Si salveranno solo, pare, le isole dell’Arcipelago toscano e la Versilia, dove il clima sarà mite, considerato il periodo dell’anno.
A Firenze il timore di nuove nevicate ha spinto Palazzo Vecchio a riattivare il “piano neve”. Dalle 6:00 della mattina di mercoledì 15 febbraio, infatti, partirà il posizionamento dei mezzi spalaneve e spargisale nelle 18 postazioni considerate nevralgiche per la città. Le scuole, comunque, rimarranno regolarmente aperte. Nuove nevicate sono previste, sempre per la mattinata di mercoledì 15 febbraio, nel Pisano, nel Lucchese e nel Livornese. Mentre nelle province di Pisa e Lucca non si segnalano, al momento, criticità legate al maltempo, nel Livornese l’acqua è tornata in tutte le abitazioni, ma rimangono disagi per la viabilità a causa del ghiaccio. All’isola d’Elba sono ancora chiuse le strade SP 30b Monumento, SP 34 Civillina e SP 37 Monte Perone. Situazione in miglioramento anche nel Pistoiese, dove però resta il problema del congelamento di ampi tratti della rete idrica e continua la fornitura di acqua con autobotti. Anche sul Monte Amiata sono ancora segnalate criticità a causa dell’isolamento di alcune frazioni o abitazioni isolate.  Per la giornata di mercoledì 15 febbraio sono previste precipitazioni nevose anche su tutto il Valdarno e sul Chianti fiorentino e senese, con nevicate più intense su Valdelsa, Valle dell’Ombrone, Valle del Bisenzio, Val di Sieve, Valle della Greve, Val di Pesa, Casentino, Val di Chiana e Valtiberina. Dovrebbe smettere di fioccare, però, in tarda serata. Nel Senese rimangono difficili le condizioni di San Casciano Bagni, Cetona, Sarteano, San Quirico, Radicofani, Abbadia San Salvatore, Pienza e Montepulciano. Numerose case sono ancora isolate a causa dei cumuli di neve che, a causa delle basse temperature, hanno creato veri e propri muri di ghiaccio. Difficile, in provincia di Siena, anche la viabilità su alcune strade provinciali. Nell’Aretino si segnalano criticità a Badia Tedalda e Sestino, dove operano due pale meccaniche del Genio civile per rimuovere grossi cumuli di neve. La strada regionale SR 71 Passo dei Mandrioli rimane transitabile solo con catene o pneumatici da neve sul versante toscano, mentre resta chiusa su quello emiliano. Nel Grossetano rimangono difficili le situazioni di Sorano, Pitigliano e Castellazzara. Nessuna criticità, infine, viene segnalata nel Pratese.

La situazione in Alto Mugello
In Alto Mugello non nevica più, ma le abbondanti nevicate hanno causato infiltrazioni d’acqua dai tetti di molte case. Le temperature rimangono polari. A Marradi nella notte fra lunedì 13 e martedì 14 febbraio si sono registrati -20° C. Ed il freddo causa il ghiaccio, che è al momento il principale pericolo. Grazie al lavoro delle turbine spalaneve, è stata completamente liberata dal manto bianco che la ricopriva la strada provinciale SP 477. Molti passi di montagna restano, però, transitabili solo con catene o pneumatici da neve. La Provincia di Firenze ha inoltre vietato il transito nei passi di valico ai mezzi di massa superiore alle 3,5 tonnellate. Restano isolate Sestino e Badia Prataglia, nonché il centro abitato di Albagino, nel comune di Firenzuola. Nel territorio del comune di San Godenzo risultano isolate, invece, le località La Vacchiella, Eremo di Santa Maria e La Greta, mentre nel comune di Marradi sono raggiungibili soltanto a piedi le frazioni di Fornaci di Lutirano, Pian Giorgio e Monte Gianni. Liberate dalla neve, invece, molte strade comunali di Palazzuolo sul Senio.
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »