energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Preziosa, la settimana dell’oreficeria internazionale a Firenze Breaking news, Economia

Firenze – Per una settimana Firenze sarà il centro internazionale dell’oreficeria contemporanea. Ieri nelle tre sedi della Galleria Botticelli, Palazzo Coveri e del Museo Bellini sono state inaugurate le tre mostre con le opere dei più importanti nomi del mondo orafo in occasione di Preziosa 2017 l’evento dedicato alla ricerca artistica, all’artigianato e al design del gioiello organizzato da Le Arti Orafe Jewellery School. Un evento nel cuore di Firenze, nel quartiere di San Frediano dove da trent’anni ha sede la scuola internazionale fondata e diretta da Giò Carbone che ha saputo recuperare quel patrimonio di conoscenze e di saperi propri del tessuto cittadino. E’ qui che avevano le loro botteghe artigiani di altissimo livello che hanno portato in tutto il mondo il nome di Firenze nell’arte dell’oreficeria e che ancora oggi prosegue la tradizione, dal momento che non sono pochi gli studenti, la maggior parte stranieri, che hanno frequentato la scuola e hanno deciso di aprire qui il loro laboratorio, attratti dalla possibilità di avere a loro disposizione ancora quel sapere artigiano e tutte quelle competenze che fanno parte della filiera nella creazione di un gioiello artigianale. “Da oltre trent’anni – ha detto Giò Carbone fondatore della scuola – le Arti Orafe Jewellery School è impegnata nella promozione della ricerca contemporanea nell’ambito dell’oreficeria: una forma di espressione artistica autonoma che trova le sue radici nella tradizione artigianale e nel design, in grado di interpretare i cambiamenti del costume e delle tendenza, così come delle esigenze degli acquirenti finali. La ricerca artistica, l’artigianato, le nuove tecnologie, la sperimentazione di nuovi materiali e le attività industriali sono aspetti strettamente connessi e interdipendenti da sempre fondamentali nella crescita di LAO, che attraverso l’organizzazione di Preziosa Florence Jewellery Week li riunisce con la volontà di offrire spazio a tutte le forme di creatività in modo da farle conoscere ad un pubblico sempre più vasto”. “ Una forma di arte che ha un valore intimo, personale – ha sottolineato Cecilia del Re assessore alle attività produttive del Comune di Firenze nella conferenza stampa – quella del gioiello, Firenze grazie alle botteghe artigiane e alla scuola di eccellenza  in Oltrarno offre agli studenti di tutto il mondo la possibilità di imparare un mestiere antico e sempre al passo con la tradizione, in un quartiere che da sempre ospita questa forma di artigianato”. Al Museo Bellini in mostra le opere di artisti europei, giapponesi e australiani, personali di Arata Fuchi, Robert Baines, Sibylle Umlauf, la mostra iNACARME! An obsession by mother of pearl con opere in madreperla di Tasso Mattar e Danni Schwaag, Jwahr, New Iranian & Persian jewelry una selezione di lavori di giovani artisti della Aria Gallery di Teheran a cura di Kevin Murray mentre a Palazzo Coveri Preziosa Joung 2017 con le opere di giovani talenti Fang Jin Yeh, Qian wang, Shachar Cohen, Xiaodai Huang mentre alla Galleria Botticelli la mostra Contemporary Swedish Silver a cura di Inger Wastberg con opere di argenteria del gruppo svedese LOD. Ma oltre alle esposizioni, dal 25 al 28 maggio, l’edizione di quest’anno di Preziosa è ricca di conferenze e seminari nella sala consiliare della Chiesa di Santo Spirito e presso la sede della scuola in Via dei Serragli 104, il 27 maggio alle 19.00 concerto di musica classica nella Chiesa di san Felice e domenica 28 nella sede presso gli Artigianelli dalle 14 alle 18.00 incontro con gli artigiani e laboratori per i bambini “orto in cassetta”. Tutto il programma su www.preziosa.org.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »