energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Primarie Pd, Bersani a Empoli caposaldo Renzi Politica

Un territorio, quello toscano, che nelle votazioni per le primarie di domenica scorsa ha dato più del 52 % dei suoi consensi allo sfidante Matteo Renzi. Durante il comizio, durato circa un’ora,  non è mancato un riferimento alla polemica che si è innescata col sindaco di Firenze riguardo al rispetto delle regole del ballottaggio di domenica prossima: “diamo per favore l’idea che chi si candida a governare, la prima cosa che deve proclamare è il rispetto delle regole, e ricordiamoci che di fuoco amico non ne abbiamo bisogno perché di avversari ne avremo a bizzeffe”, ha affermato.

Tanti i temi toccati durante il discorso, ma il filo conduttore del comizio è principalmente la situazione attuale di crisi che sta attanagliando l’Italia, la disoccupazione, la scuola e la questione degli insegnanti, dei quali “abbiamo bisogno, non possiamo trattarli come dei costi, noi abbiamo un enorme bisogno di insegnanti, più domani di ieri” dice. “ ci sono zone che ho girato, soprattutto al Sud dove aumenta l’abbandono scolastico: ma dove andiamo, mi chiedo?”
In merito all’argomento dell’istruzione ha aggiunto anche che “ l’anno scorso in Italia ci sono state 15000 immatricolazioni in meno all’università, e in questo caso non voglio sentire parlare di opportunità colte o meno da parte dei giovani: queste persone e le loro famiglie non avevano i soldi per potersi iscrivere, questo è il punto”

Tra gli applausi della gente, il segretario del PD commenta l’eventuale ritorno in campo di Berlusconi,  che “se siamo arrivati sull’orlo del precipizio non è per Berlusconi, ma per il meccanismo di Berlusconi:  speriamo che il buon Dio abbia perso lo stampino di uno così, di uno che dice che non sa cos’è la politica, che gli fa schifo la pubblica amministrazione, la giustizia. Un meccanismo tutto basato sulla comunicazione, che se vogliamo possiamo chiamare personalistico,  penetrato molto profondamente nel sistema; e che prima di poterlo rimuovere devi arrivare al disastro. “
Bersani dà anche una definizione del Partito Democratico: “ non siamo solo un partito, siamo un’alternativa per la soluzione della democrazia in questo Paese.”
Ha concluso dopo circa un’ora circa il suo intervento rivolgendosi alle persone in sala e a tutti gli italiani che domenica 2 dicembre voteranno per l’atteso ballottaggio: “io non chiederò di piacervi; vi chiederò di essere creduto, perché cercherò di dirvi le cose come sono, e tutti assieme con semplicità e serietà e fatica, ne verremo fuori da questa situazione. Con uno sforzo comune, dove chi ha di più dovrà accettare di dare di più.”

Grazia D’Onofrio

Print Friendly, PDF & Email

Translate »