energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Primarie Pd, in Toscana Renzi “asfalta” col 79,12% Breaking news, Politica

Firenze – Vittoria più che netta di Renzi, che in Toscana arriva al 79,12% delle preferenze. Orlando “guadagna” il 17%, Emiliano tocca il 3,88%. Una vittoria che è sottolineata anche dalla quota di partecipazione dei votanti che, pur fermandosi a una percentuale molto inferiore rispetto alle primarie del 2013, si pongono pur sempre, a livello nazionale, fra 1milione e novecentomila e due milioni di persone. Un milione di persone in meno al voto rispetto alle primarie del 2013, ma, commenta Renzi, “si tratta di un’altra era geologica”.

 Anche in Toscana, la percentuale votanti era sin da subito tale  da far pensare che  la “soglia di sicurezza” dei 100mila elettori sarebbe stata  superata brillantemente: a seggi chiusi, i votanti arrivano a 210.867.  I dati già in serata (per l’esattezza, alle 17) erano stati postati da Antonio Mazzeo, vicesegretario regionale e responsabile organizzativo del partito, che registrava come a quell’ora in Toscana avessero votato oltre 150mila persone,  e ci fossero ancora lunghe fila di persone in attesa di poter votare. 

Ora, come qualcuno fa notare, il problema è: Renzi è molto forte, fortissimo rispetto al partito (ricordiamo che l’unico che forse in Toscana poteva dare qualche noia al nuovo segretario del Pd,  il governatore Enrico Rossi, non era presente in quanto “fuoriuscito” con il gruppo di Mdp), ma il Pd è ancora così forte nel Paese? Dove sono tutti quelli che formano la squadra del “milione” che non ha risposto all’appello? Fuori a cercare altri riferimenti o dentro il partito? Se qualcuno (Graziano Cioni, nel suo commento postato su Facebook) parla già di un partito trasformato in “comitato elettorale” del segretario, la partita nel Paese si giocherà alle prossime elezioni, siano politiche (ma si parla già del 2018) sia amministrative. E, con la legge elettorale che si prospetta, Renzi fa capire, dal suo primo intervento, che ha ben chiaro un punto: il Pd non può governare da solo. La curiosità è: con chi?

Nella foto l’ingresso della sezione di Forte dei Marmi

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »