energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Primo Maggio, ma Firenze non sorride: ricorda Fabio, 21 anni, morto di lavoro Breaking news, Cronaca

Firenze – La festa c’è, la cerimonia della consegna delle “Stelle del lavoro” è bella e piena di gente. Ma Firenze ha il cuore pesante, questo Primo Maggio in cui anche il cielo s’imbroncia, perché pochi giorni fa è morto un suo giovanissimo figlio: Fabio, ventuno anni, ed è morto “di” lavoro. E’ questo, cui pensano in tanti, mentre, nel corso della cerimonia, un lunghissimo applauso scandisce il ricordo; è questo, quello cui pensa la gente di Firenze, il sindaco, che con l’assessore Federico Gianassi si reca a depositare un mazzo di fiori sul luogo dove il ragazzo ha perso la vita: là dove doveva cominciare, invece, la sua vita di giovane lavoratore, dove cominciavano i suoi sogni per il futuro. Perché, come scrive Dario Nardella su Facebook, si lavora per vivere, non per morire. Una cerimonia semplice, organizzata dai sindacati, un momento di vicinanza alla famiglia di Fabio, per sottolineare che la mattanza deve finire, come solo sabato scorso era stato rilanciato proprio dai sindacati, con un presidio davanti alla Fortezza da Basso, in occasione della giornata della sicurezza sul lavoro. 

Una piaga, quella delle morti sul lavoro, che è ben al di là dall’essere risolta. Secondo i dati dell’Inail infatti, nella provincia di Firenze sono aumentate da 10.202 a 10.396 le denunce di infortuni sul lavoro tra 2015 e 2016. Gli incidenti mortali nel fiorentino sono calati: dai 18 nel 2015 si passa ai 9 del 2016. Allargando lo sguardo alla Toscana, gli infortuni mortali sono stati 81 nel 2013, 80 nel 2014, 119 nel 2015, 72 nel 2016. Le denunce di infortuni sono state 54.940 nel 2013, 52.664 nel 2014, 50.948 nel 2015, 49.821 nel 2016. Nei primi due mesi del 2017, in Toscana ci sono stati sette infortuni mortali (6 nello stesso periodo del 2016) e 7.262 denunce d’infortunio (7.685 nello stesso periodo del 2016), duemila delle quali a Firenze, segue Pisa con 848. Fra i problemi emergenti, uno è particolarmente sentito. I sindacati temono che le denunce che partono siano minori rispetto al reale fenomeno. Nei primi 4 mesi del 2017, i morti in Toscana sono stati 12: i dati aggiornati al 30 aprile 2017, dell’Osservatorio Indipendente di Bologna sui morti sul lavoro, segnalano 2 decessi a Firenze Grosseto e Pisa, 3 a Livorno, 1 a Lucca, 1 a Massa Carrara, 2 a Pisa, 1 a Pistoia.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »