energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Processo civile telematico: l’Ordine Forense supplisce ai ritardi della Regione Società

In questi giorni, tra le difficoltà, è all’avvio il PCT che dovrebbe costituire un mezzo veloce per tutte le attività strumentali dei processi, e permettere lo scambio di informazioni per via telematica tra avvocati, magistrati e tecnici del Tribunale, riducendo i tempi ed abbattendo i costi. La partenza del progetto era prevista, per Firenze, entro il 2011 per poi estendersi a tutta la regione, ma si sono verificati due problemi fondamentali.
Prima difficoltà, la mancata predisposizione della "Nuova cancelleria telematica" della Regione Toscana che avrebbe dovuto garantire la gestione complessiva dei servizi telematici del Ministero. Per sopperire l’Ordine forense si è fatto carico dei costi di realizzazione di un proprio Punto di accesso (PdA), di cui ogni iscritto potrà usufruire gratuitamente, offrendo anche un pacchetto formativo a pagamento a supporto della configurazione ed uso degli strumenti telematici.
Contemporaneamente è stato dismesso "PolisWeb", un servizio del Ministero della Giustizia di accesso telematico alla Cancelleria civile e che ha costituito la prima fase del PCT, mentre si preannuncia l’imminente chiusura del "Punto di Accesso ABI Giustizia".
Altro problema è la firma digitale: servizio che avrebbe dovuto essere garantito dalla Tessera Sanitaria  che di fatto non sta funzionando. Vista, comunque la necessità, gli avvocati hanno dovuto di propria iniziativa dotarsi anche di un dispositivo di firma digitale. Gli avvocati potranno quindi fruire dei servizi, che partiranno entro la prima metà di dicembre, tramite indirizzi di posta elettronica certificata con cui sarà possibile ricevere i messaggi provenienti sia dal Tribunale di Firenze che da tutti gli Uffici giudiziari in cui è già attivo questo sistema di notifica.
Queste carenze hanno probabilmente inciso sull’organizzazione del progetto che verrà attivato per ora per la sola consultazione dei registri di cancelleria  e per porre in essere alcune attività processuali, ma questo solo in alcuni Tribunali.
Ma il processo telematico nella sua interezza progettuale non è solo consultazione e trasmissione di atti, bensì, attraverso il fascicolo processuale telematico, un mezzo nuovo ed efficace per gestire tutte le attività strumentali del processo. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »